Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Basket, Cantù batte Pesaro 93-78

Tutto secondo copione: Cantù mette altri due punti in classifica battendo senza troppa fatica Pesaro per 93-78. Una gara in discesa, quella dei ragazzi di Sacripanti, che hanno avuto poche difficoltà a regolare una formazione marchigiana in cui ha...

Tutto secondo copione: Cantù mette altri due punti in classifica battendo senza troppa fatica Pesaro per 93-78. Una gara in discesa, quella dei ragazzi di Sacripanti, che hanno avuto poche difficoltà a regolare una formazione marchigiana in cui ha brillato la sola stella di Oberath Anosike, in parte coadiuvato da Elston Turner. Per il resto... c'è da lavorare. La formazione canturina, invece, dal momento in cui ha ingranato la marcia giusta, ha controllato la gara senza troppe sbavature, se si esclude la parte centrale dell'ultimo tempo.

Bene i lunghi (soprattutto Cusin, completamente un altro giocatore rispetto alla scorsa stagione), benissimo i piccoli con Ragland mattatore nei primi due quarti e Gentile in grande spolvero negli altri due.

Equilibrio fino a metà del primo quarto quando Ragland con una bomba e un contropiede in campo aperto firma il +7 (17-10). Pesaro sta attaccata alla gara con Anosike che approfitta dell'uscita per infortunio di Cusin per far sentire i suoi muscoli sotto canestro. Il tempo va in archivio sul 29-19 per Cantù e l'americano di Pesaro ha sullo score già 12 punti. Sacripanti rimescola le carte alla ripresa del gioco con il solo Ragland superstite del quintetto iniziale e i brianzoli vanno via (34-19) prima di subire un parziale di 0-8 che riporta sotto gli ospiti fino al -7 (34-27). Cantù fatica contro la zona marchigiana, ma ci pensano Aradori e Jenkins a ricacciare indietro gli avversari che precipitano al -15 (44-29) al 16'. Il coach ospite Dell'Agnello le prova tutte, ma il divario in campo è imbarazzante, soprattutto quando rientra Cusin che domina sotto i tabelloni con Anosike in panchina. Metà gara si chiude sul 52-36 per i padroni di casa. Dopo la pausa lunga il match non cambia: Cantù amplia la forbice fino al +20 (58-38) e poi tiene a bada gli avversari che hanno poco o niente da Young, tanto che trascorre l'unico minuti in panchina. I brianzoli, invece, brillano in particolare con Gentile e Aradori, quest'ultimo poi costretto a lasciare in campo per un infortunio alla caviglia. Il divario fra le due squadre oscilla costantemente fra i 15 e i 18 punti di margine per il quintetto di Sacripanti con la gara in totale controllo. È una schiacciatona di Abass a chiudere il quarto (77-59). L'ultimo tempo nasce ancora senza storia, prima di riaprirsi inaspettatamente per una serie di errori di Cantù dovuti a una sorta di appagamento e a qualche distrazione di troppo. Così Pesaro torna in partita in un attimo (81-73 al 35' e 86-78 al 38'), ma Ragland e Cusin rimettono le cose a posto e il match si chiude sul 93-78.
Si parla di

Video popolari

Basket, Cantù batte Pesaro 93-78

QuiComo è in caricamento