Sport

Basket, vittoria all'ultimo secondo: Cantù batte la capolista Avellino

Strepitoso successo dei brianzoli al PalaDesio: 83 a 82 il risultato finale

Basket, Cantù-Avellino 4 marzo 2018

Torna il campionato al PalaDesio domenica 4 marzo 2018 e Cantù si ritrova ad ospitare la capolista Avellino.
In discussione i verdetti di Coppa Italia dove se Cantù è stata la rivelazione ed ha fatto innamorare i tifosi neutrali per la grande energia messa in campo, Avellino è invece stata una delle grandi delusioni.
Partita interessante per tanti motivi. Esordio stagionale per l'americano Perry Ellis (esordio senza infamia e senza lode) nuovo biancoblù arrivato dalla Turchia e i molti ex, alcuni da libro cuore come il canturino Doc e per ben due volte profeta in patria Pino Sacripanti ed il playmaker occulto della Cantù più brillante dell'era moderna, "Martino" Leunen.
Proprio due ex caratterizzano l'avvio degi irpini grazie a Leunen nelle comode vesti di uomo assist e Fesenko a schiacciare. Di fronte il quintetto tutto americano di Cantù con Thomas come centro al posto dell'infortunato Crosariol.
E' una Red October equilibrata che riesce a distribuire bene i giochi sul quintetto, sopperendo agli evidenti problemi dentro l'area con delle ottime percentuali nel tiro pesante. L'intervallo dice 43-35 a favore della Red October con una gara che sembra instradata nei binari più favorevoli ai canturini.
Ma Avellino non ci sta e grazie a un gioco più vario di quello di Cantù, che vive e muore sul tiro da fuori, riesce ad impattare la gara alla fine del terzo quarto (64-64). Tutto da capo, quindi, vittoria da aggiudicarsi negli ultimi dodici minuti.
Il copione è sempre quello ed è destino che ci si giochi tutto agli ultimi secondi.
Ne mancano poco più di 8 quando Avellino sembra avere chiuso la partita con un vantaggio di un punto e la palla in mano per una rimessa nella metà campo avversaria. E proprio quella rimessa decide la gara con Avellino che non trova lo spazio per eseguirla e cerca di scaraventare il pallone contro i biancoblù per tenere palla. Nella carambola esce come un fulmine Culpepper e si avvia velocissimo verso il canestro della Sidigas. Lo ferma con una mannaiata Leunen mentre sta tirando e la guardia vede uscire il pallone, ma ha la possibilità di decidere la gara dalla linea dei liberi.
2 su 2 e punteggio che si congela definitivamente sull'83-82, con Cantù che si aggiudica la vittoria nell'entusiasmo del PalaDesio.

Red October Cantù 83: Smith 20, Culpepper 11, Cournooh 10, Parrillo 3, Tassone ne, Maspero ne, Raucci ne, Chappel 7, Burns 8, Thomas 16, Ellis 8. Coach: Marco Sodini

Sidigas Avellino 82: Zerini 5, Wells 14, Fitipaldo 2, Sabatino ne, Lawal ne, Leunen 3, Scrubb 12, Filloy 13, D'Ercole, Rich 18, Fesenko 15, Parlato ne. Coach Pino Sacripanti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, vittoria all'ultimo secondo: Cantù batte la capolista Avellino

QuiComo è in caricamento