Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Barella, giovane ma agguerrito: "Sono qui per aiutare il Como a salvarsi"

“Sono qui per aiutare il Como a salvarsi”, queste sono state le prime parole di Nicolò Barella, il nuovo giocatore del Calcio Como. Un ragazzino del 97’ ma con alle spalle già l’esordio in serie A lo scorso anno con il Cagliari contro il Parma...

“Sono qui per aiutare il Como a salvarsi”, queste sono state le prime parole di Nicolò Barella, il nuovo giocatore del Calcio Como. Un ragazzino del 97’ ma con alle spalle già l’esordio in serie A lo scorso anno con il Cagliari contro il Parma. Mister Festa lo ha voluto a tutti costi, riuscendo a portarlo sul Lario nonostante ci fossero altre squadre interessate. “Sono contento di essere qui, per me è una grande opportunità -commenta Barella -, ringrazio Dolci e l’allenatore per avermi cercato. Sono un centrocampista che può ricoprire diversi ruoli, mi metto a disposizione del mister sarà lui a scegliere per me. Io tifo Cagliari e il mio idolo è stato Daniele Conti, un esempio in campo e fuori, ma se dovessi scegliere chi vorrei diventare la risposta è una sola: assolutamente come Alessandro Del Piero, faceva cose uniche in campo. Credo in questa salvezza, ho fatto un paio di allenamenti e mi sono accorto che è un bel gruppo molto affiatato”. Dopo la presentazione del giovane centrocampista è stata la volta di Dolci, direttore sportivo della società comasca: “ Non vogliamo fermarci con il mercato, abbiamo bisogno di un terzino sinistro e di un centrocampista. Le voci su Ebagua? Beh, un contatto c’è stato, noi riteniamo il giocatore incedibile, ma bisogna valutare alcune cose. Sicuramente chi non crede nel Como è libero di andarsene, non vogliamo trattenere nessuno che non abbia come obbiettivo la salvezza perché noi ci crediamo”.

Si parla di

Video popolari

Barella, giovane ma agguerrito: "Sono qui per aiutare il Como a salvarsi"

QuiComo è in caricamento