Giovedì, 21 Ottobre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presentati Aradori e Cusin: il "bravo" e il "cattivo" della pallacanestro Cantù

Presentati questo pomeriggio i 2 nuovi volti della pallacanestro Cantù: si tratta dei nazionali Marco Cusin e Pietro Aradori. Due tasselli importantissimi vanno a riempire il puzzle della squadra di coach Trinchieri che grazie ai due  ragazzi...

Presentati questo pomeriggio i 2 nuovi volti della pallacanestro Cantù: si tratta dei nazionali Marco Cusin e Pietro Aradori.

Due tasselli importantissimi vanno a riempire il puzzle della squadra di coach Trinchieri che grazie ai due ragazzi rientrati da pochissimo dall’avventura fantastica in nazionale. Presente alla conferenza stampa il presidente della squadra canturina, che ha ricordato con orgoglio, che dal 1993 con Alberto Rossini, Beppe Bosa ed Alberto Tonut la pallacanestro Cantù non disponeva di 2 giocatori facenti parte della nazionale italiana. I 2 ragazzi son subito sembrati entusiasti di indossare la nuova maglia e soprattutto con la testa già alla finale del 22 settembre contro la bestia nera Siena.

Due giocatori assolutamente diversi e non solo per il ruolo infatti, Cusin rivestirà il ruolo di centro mentre Aradori la guardia, bensì anche a livello tecnico, il primo sicuramente lavoratore, ama il gioco sporco, non molti punti ma una cattiveria agonistica pari a nessuno, Aradori invece ha molti punti nelle mani, un talento sconfinato ma soprattutto il dente avvelenato contro la sua ex squadra Siena,dove nonostante abbia vinto scudetti e coppe non è mai riuscito ad esprimersi al meglio. Cantù quest’anno come da un po’ di tempo punta in alto, e grazie a questi due nuovi innesti siamo sicuri ci sarà da divertirsi, e lo sanno bene anche i tifosi che già da un paio di giorni stanno facendo la corsa per l’abbonamento.

Video popolari

Presentati Aradori e Cusin: il "bravo" e il "cattivo" della pallacanestro Cantù

QuiComo è in caricamento