rotate-mobile
social Laglio

La storia di Villa Oleandra, la dimora estiva sul lago di Como di George Clooney

Negli anni '80 era appartenuta al miliardario americano John Heinz, il re del ketchup

Tutti la conoscono come la dimora estiva di George Clooney, una sontuosa villa sul lago di Como valutata oggi diversi milioni di euro. In pochi invece ne conoscono la sua storia secolare. La ricostruzione documentata delle sue origini la dobbiamo al sindaco di Laglio Roberto Pozzi. Il complesso di Villa Oleandra risulta infatti  presente nelle mappe catastali del piccolo comune lariano fin dal 1720, anche se con forme diverse rispetto allo stato attuale. 

Nel 1834 i proprietari dell’epoca, la famiglia Stoppani, realizzarono un primo accorpamento del fabbricato con i terreni circostanti, completato poi nel 1868 dalla famiglia Antongini. L’Oleandra passò poi, nel 1877, alla famiglia Vitali, che la tenne per circa un secolo. Nel frattempo l’intero complesso era già stato trasformato in villa. Nel corso del XX secolo Villa Oleandra fu acquistata dalla famiglia del miliardario, senatore americano, John Heinz (il re del ketchup) che prematuramente perì in un incidente aereo nel 1991.

villa oleandra mp2-2

Nel 1995 la vedova di John, Teresa, sposò in seconde nozze il senatore e futuro segretario di stato U.S.A., John Kerry amico di George Clooney che proprio in occasione di un suo viaggio in Italia, fu ospite a Villa L’Oleandra. Nel 2002 gli Heinz cedettero Villa Oleandra per 8 milioni di dollari all' amico George che nel 2004 divenne anche proprietario di Villa Margherita, costruzione in stile liberty ubicata vicinissimo a Villa L’Oleandra e comunicante con essa attraverso un ponticello.  Proprio prima della grande depressione economica mondiale del 2006. 

Un vero colpo di fortuna per Mr. Clooney, stante gli attuali valori di mercato degli immobili di pregio. Un colpo di fortuna anche per Laglio e per tutto il compendio Como Lake, reso glamour, attrattivo e noto in tutto il mondo. Non che prima non fosse apprezzato e conosciuto, tanto da essere tappa obbligata dei percorsi europei dei secoli scorsi. A tal proposito vale il rimando al bel libro di Pietro Berra “Lago di Como Grand Tour – venti racconti d’autore da Lassels (1670) a Hesse (1913)”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia di Villa Oleandra, la dimora estiva sul lago di Como di George Clooney

QuiComo è in caricamento