social

Grand Hotel Plinius, la storia del primo hotel di lusso costruito a Como

La sua nascita legata all'Esposizione Voltiana del 1899

Grand Hotel Plinius

Fu il primo grande albergo della città e tra i primi in assoluto a disporre di acqua corrente in tutte le camere. Quando venne costruito, nel 1898, si chiamava Grand Hotel Plinius. Il progetto fu curato dall'ing. Giuseppe Salvioni, mentre Federico Frigerio, allora giovane architetto milanese, studiò il fastoso apparato decorativo dell'ultimo piano.

Un palazzo imponente e prestigioso aperto sul lago, definito da un lusso stile Belle Epoque e con attrezzature innovative in grado di garantire un comfort decisamente superiore rispetto agli altri hotel di Como. Una città che lentamente ridisegna la propria vocazione, aprendosi sempre più al turismo.

hotel plinius como 1-2

Nel 1899 a Como si sarebbe svolta l'Esposizione Voltiana, la prima grande esposizione che si teneva nell’Italia unita. La città diventò una sorta di cantiere a cielo aperto. Como era essere sprovvista di alberghi di lusso e il lungolago di Como si prestava perfettamente per edificare alberghi degni della migliore clientela internazionale che sarebbe confluita in città per il grande evento. Sorse così il Grand Hotel Plinius, sul lungolago, a poche centinaia di metri dalla funicolare di Brunate, di fronte all’imbarcadero del lago, con il Duomo e il centro storico della città alle spalle, con il capolinea della stazione ferroviaria a 100 metri, con una splendida vista sull’Esposizione che si sarebbe svolta l’anno successivo.

hotel plinius como 2-2

Massiccio, solido, aggraziato nello stesso tempo nella forma e nelle decorazioni Liberty, il Grand Hotel Plinius si avvalse anche dell’opera di un giovane architetto milanese che si era laureato solo due anni prima, Federico Frigerio, cui si deve la decorazione architettonica dell’albergo. Frigerio (1873-1959), che ha operato a lungo a Como, nel 1927 realizzerà anche il Tempio Voltiano dove raccolse i cimeli voltiani, molti dei quali aveva recuperato egli stesso dopo l’incendio della Grande Esposizione (con i padiglioni realizzati interamente in legno) bruciata poco dopo l’inaugurazione l’8 luglio 1899, riaperta il 20 agosto successivo davanti a re Umberto, che solo 11 mesi dopo, il 29 luglio 1900, sarebbe stato assassinato a Monza.

hotel plinius como 3-2

Passando attraverso due guerre mondiali, e dopo periodi di chiusura, ristrutturazioni e cambi di proprietà, il Palace Hotel (ormai chiamato così a partire dal 1992), si arricchisce di una nuova ala residenziale. Vengono annesse una grande dépendance di stile moderno affacciata sul lago, il Pianella, e il Centro Congressi, che in poco tempo diventa punto di riferimento per le attività congressuali in Italia. Dal 2005 l'albergo è gestito dal rinomato gruppo di Villa d'Este.

Oggi chi soggiorna al Palace Hotel ne percepisce le due anime, quasi una sorta di dialogo tra il passato ottocentesco e un presente già proiettato al futuro.

L'edificio subì una profonda ristrutturazione a metà anni Ottanta, dove 14 appartamenti furono introdotti nei tre piani più alti (otto appartamenti al IV piano, quattro attici al V, due super-attici al VI). L'ingengner Giacomo Mantegazza (1928-2016), fu prima incaricato del progetto residenziale e, negli anni successivi, del progetto alberghiero che vediamo oggi (la rimodellazione interna del Palazzo Plinius e della ala est, conosciuta come "La Pianella").

hotel_FASCIA4-2

Il committente della ristrutturazione dell'epoca era il cosiddetto "Comandante Baragiola". Baragiola insisteva per fare tutti appartamenti, ma il Comune (sindaco Spallino) era contrario, e impose che due piani centrali dovessero essere albergo. Il parco a lago doveva restare con accesso pubblico. ll progetto di Mantegazza incluse due parcheggi meccanizzati, interrati, totalmente automatici, nel giardino verso piazza Roma. Ospitano 144 automobili su 6 piani, di profondità quasi pari all'altezza dell'edificio. Era una cosa piuttosto innovativa per l'epoca. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grand Hotel Plinius, la storia del primo hotel di lusso costruito a Como

QuiComo è in caricamento