menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La scelta di alcuni supermercati: i prodotti (non indispensabili) non sono in vendita

La segnalazione di un lettore

È vero che nei supermercati non si possono comprare tutte le cose, anche se esposte sugli scaffali? E perchè? 

Dopo aver ricevuto la segnalazione e alcune foto da un nostro lettore, abbiamo telefonato alle sedi di tre grandi "marche" di supermercati: Esselunga (di Lipomo) Carrefour (di Como) e Bennet di Anzano del Parco.

Abbiamo quindi verificato che effettivamente all'Esselunga e alla Carrefour, i prodotti che non sono ritenuti indispensabili, come per esempio le candele e i diffusori per ambiente, sono segnalati con dei cartelli. Bennet invece nel momento in cui scriviamo, nel pomeriggio del 16 marzo 2020, ha risposto che per ora non hanno ricevuto direttive in tal senso e quindi tutto ciò che è etichettato sugli scaffali è in vendita.

Anche se dagli uffici stampa non sono ancora giunte comunicazioni o risposte ufficiali, presumiamo che il motivo sia insito nel voler rispettare strettamente il decreto riferendosi ai soli beni di prima necessità e nel rispetto degli altri negozi che devono stare chiusi. Strano però non poter comprare una candelina... 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como e la Lombardia in zona arancione da lunedì 1 marzo

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como: i dati del 1° marzo: 79 nuovi casi

  • Coronavirus

    Zona arancione fino a domenica 7 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento