rotate-mobile
Segnalazioni Como Centro / Via Tolomeo Gallio

Venti minuti di coda in via Gallio perché c'è chi non rispetta il semaforo

La segnalazione: chi proviene da viale Innocenzo XI non si ferma prima che scatti il rosso e finisce con il bloccare l'incrocio

Tutte la mattine la solita storia: in via Gallio si forma una coda d'auto a causa di chi, provenendo da viale Innocenzo XI (la cosiddetta tangenziale) resta fermo nel bel mezzo dell'incrocio. Chi proviene da via Gallio e volesse svoltare a sinistra non può farlo, anche se ha il semaforo verde. La foto inviata alla redazione di QuiComo da un lettore è eloquente. Il problema, dunque, è causato da chi impegna l'incrocio nonostante il semaforo giallo. Forse, erroneamente, qualcuno pensa che passare con il giallo sia lecito, ma non è così. Il transito con luce gialla è sanzionabile. Unica deroga è quando l'auto è ormai in procinto di attraversare l'incrocio e quindi non farebbe in tempo a frenare se non causando maggiore pericolo. Ma non è questo il caso: chi proviene dalla tangenziale e procede a rilento a causa del traffico ha tutto il tempo per fermarsi allo scattare del giallo e lasciare così libero il passaggio ai poveri sventurati che giungono da via Gallio e che questa mattina (17 ottobre 2022) sono rimasti in coda per venti minuti aspettando che si aprisse un varco per passare l'incrocio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venti minuti di coda in via Gallio perché c'è chi non rispetta il semaforo

QuiComo è in caricamento