rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
social

Il punto panoramico più bello da dove ammirare la città e il lago di Como: come arrivarci

Nelle giornate nitide si può immortalare persino il Duomo di Milano e la sua Madonnina

Come ogni domenica ci affidiamo alla saggezza e alle bellissime foto di Maurizio Moro per farvi scoprire nuovi percorsi e nuove escursioni. 

Oggi vi portiamo in uno dei migliori punti panoramici per ammirare la città di Como: la Croce dell'Uomo. Qui portrete davvero godere di un panorama mozzafiato dove la protagonista è la città di Como, in tutto il suo splendore. Oltrettutto lungo parte del sentiero sarete accompagnati da sculture in legno che si nascondono nella natura. Un percorso davvero bello e che culmina poi con il panorama mozzafiato.

La partenza avviene da Sagno, in Svizzera.

In mezz'ora di macchina da Como si arriva al parcheggio in via Bisbina.

Subito si trova il Cartello "Monte Bisbino 1 ora 50" che si imbocca. Dopo 50 metri si prende la deviazione a destra e da quel momento si prosegue sempre diritto arrivando alla Croce dell'Uomo.

Ci racconta Moro: "Quando si passa il confine svizzero (foto sbarra alzata) si incomincia a trovare le deliziose sculture del bravo artista Gio Aramini: simpatici animaletti, fiori, personaggi fantasiosi. Arrivati alla Croce dell'Uomo e alla chiesetta di Sant'Eusebio una sosta è d'obbligo per ammirare il magnifico panorama che si gode da li sulla nostra città: oggi c'era molta foschia e così ho inserito (in copertina ndr ) anche una foto serale scattata tempo sempre da questo punto, quando la visibilità era eccezionale permettendomi di immortalare persino il Duomo di Milano e la sua Madonnina".

Riprendiamo il cammino dalla Piazza del Viulin e Sentieri della storia.

La Croce dell'Uomo, foto di Maurizio Moro

Si sale e il sentiero prende il nome del Piz e dopo poco si arriva alla Garitta e alla Scala di Ronda da dove scendiamo, attenzione: i duecentoottanta gradini per raggiungere di nuovo il sentiero non sono adatti ai bambini in quanto troppo alti.

Ripreso il sentiero a destra che avete percorso all'andata in salita, arrivati a un bivio (noi eravamo arrivati da destra) scegliamo quello di sinistra più evidente e in discesa.

Dopo un paio di tornanti il sentiero diventa una carrareccia.

Arrivati alla sbarra la strada diventa asfaltata e proseguendo diritti arriviamo alla macchina avendo così effettuato un giro ad anello.

Km totali: 6

Dislivello: 250 metri

Difficoltà facile, Scala di ronda media difficoltà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il punto panoramico più bello da dove ammirare la città e il lago di Como: come arrivarci

QuiComo è in caricamento