rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
social

I 10 pandori più buoni al supermercato: la classifica di Altroconsumo

Smentita la teoria secondo cui al prezzo più alto corrisponda un pandoro migliore

In molti lo preferiscono al panettone, inutile negarlo. Quindi dopo esserci occupati della classifica dei panettoni  più buoni al supermercato, almeno secondo Altroconsumo ci occupiamo dei pandori.

Il lievitato venduto col marchio Le grazie è stato valutato 72 punti (su una scala da 1 a 100) e secondo Altroconsumo è il prodotto con il miglior rapporto qualità prezzo, dato che costa 3,79 euro al chilo. Meglio di lui solo il pandoro realizzato da Tre Marie che ha raccolto 73 punti (il prezzo medio per la confezione da un kg è di 11,70 euro). Medaglia di bronzo, infine, per il pandoro di Maina che ha totalizzato 70 punti (il dolce è venduto 6,15 euro a confezione da un kg). Altroconsumo ha definito i pandori che occupano le prime 3 posizioni di "qualità ottima".

Secondo quanto reso noto la classifica non è stata stilata solo tenendo conto del buon gusto del lievitato così come sulla lista degli ingredienti, ma anche del rapporto qualità prezzo. Quanto si dovrebbe spendere per un buon pandoro? In genere i lievitati natalizi artigianali arrivano a costare ben oltre 30 euro con picchi di 60/70 euro se griffati dai più famosi pastry chef internazionali. Eppure Altroconsumo ha fornito una lista di prodotti decisamente alla portata di tutti. Non solo, ancora una volta è stata smentita la teoria secondo cui al prezzo più alto corrisponda un pandoro migliore.

Non è la prima volta che Esselunga finisce nella parte alta delle classifiche di Altroconsumo sui dolci di Natale. La rivista, nel 2020, aveva affidato la medaglia d'oro al panettone commercializzato dalla società fondata da Bernardo Caprotti

I migliori pandoro secondo Altroconsumo: la classifica

  1. Tre Marie Il Magnifico Pandoro, 73 punti, costo 11,73€ euro
  2. Esselunga Le Grazie Pandoro – Ricetta Classica, 72 punti, costo 3,79€ euro
  3. Pandoro Maina, 70 punti, costo 6,16 euro
  4. Pandoro Melegatti, 68 punti, costo 4,80 euro
  5. Pandoro Motta, 66 punti, costo 5,22 euro
  6. Pandoro Bauli, 65 punti, costo 6,35 euro
  7. Perbellini, 64 punti, costo 21,25 euro
  8. Pandoro Paluani, 59 punti, costo 4,73 euro
  9. Borsari Pandoro Classico, 58 punti, 14,55 euro
  10. Balocco pandoro, 58 punti, costo 3,62 euro

Pandoro: cosa prevede il disciplinare

Il disciplinare del pandoro obbliga i produttori a usare certi ingredienti in qualità stabilite. Gli ingredienti principali del pandoro sono: farina di frumento; zucchero; uova di gallina di categoria “A” o tuorlo d’uovo (derivato da uova di gallina di categoria “A”), o entrambi, in quantità tali da garantire non meno del 4% in tuorlo; burro ottenuto direttamente ed esclusivamente dalle creme di latte vaccino con un apporto in materia grassa butirrica, in quantità non inferiore al 20%; lievito naturale costituito da pasta acida; aromi di vaniglia o vanillina; sale (compreso il sale iodato). Sono invece ingredienti facoltativi: latte e derivati; malto; burro di cacao; zuccheri; lievito (fino al limite dell’1%); zucchero impalpabile; aromi naturali e naturali identici; emulsionanti; conservante acido sorbico; conservante sorbato di potassio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 10 pandori più buoni al supermercato: la classifica di Altroconsumo

QuiComo è in caricamento