rotate-mobile
Magie del Lario

Lago di Como, la storia d'amore del Molino Maufet

La favola di Claudia e Lorenzo nel borgo con cinque mulini e una guesthouse

Siamo a Colico, nell’alto Lario, località che può contare su un ricco patrimonio culturale e ambientale da scoprire, anche grazie allo storico borgo di Villatico con i suoi cinque mulini: Molino Maufet, Molino Seregni, Molino Secrista, Molino Murgana e Latteria di Villatico.  Il Molino Maufet, in particolare, si trova lungo l’antica Roggia Molinaria dello storico borgo di Fontanedo (risalente al 1300). Il nucleo originario del Molino era formato da due macine azionate da due ruote verticali, a loro volta alimentate dall’acqua della roggia. Negli anni ‘60 dello scorso secolo il sistema idrico di alimentazione venne a mancare e così il Molino - fino ad allora attivo - fu pian piano abbandonato.

MolinoMaufet_3-2

E’ stato l’entusiasmo di Lorenzo Bettiga e Claudia Cervatti, insieme alla loro famiglia, il motore che ha dato il via alle opere di restauro, con l’obiettivo di riportare il Molino al suo antico splendore, adibendolo a Museo fruibile alle visite, nonché a punto di incontro e aggregazione della zona. Il Molino Maufet è stato oggetto di un complesso intervento di restauro iniziato all’incirca nel 2017 - in buona parte ormai completato - ad opera della famiglia proprietaria attraverso l’Associazione Mill Hub Molino Maufet. Più in generale, la finalità è quella di proteggere ricordi, tradizioni e valori, ma anche di guardare a nuove strade. Visitandolo e seguendo i suoi canali di comunicazione è possibile coglierne il fermento che lo avvolge. 

MolinoMaufet 2

"Circa sei anni fa - raccontano Claudia e Lorenzo - ci siamo innamorati di un luogo e di un’idea. La situazione iniziale era talmente compromessa che sicuramente non invogliava e ci voleva del gran coraggio per intraprendere un recupero deterrente per il quale il mulino era rimasto in totale oblio per oltre 60 anni. Se l'abbandono iniziale poteva giustificarsi con il fatto che queste strutture erano ormai industrialmente ed economicamente considerate fuori corso storico ed al tramonto di una collocazione funzionale attiva, ad oggi.. l'unica concreta e prospettica alternativa è richiamarne a gran voce il loro valore intrinseco ricollocandole funzionalmente. Il Molino Maufet nel suo percorso che per sua sfortuna è iniziato davvero da zero, si è strutturato per essere un'incubatore d'esperienze volte a poter costituire un esempio di ruolo dinamico esportabile in altre realtà. Si tratta dunque di proteggere ricordi, tradizioni e valori, ma anche di guardare a nuove strade, compresa quella del microidroelettrico"

Abbiamo pensato che restaurare questo Molino e donargli una nuova collocazione funzionale fosse la via migliore per proteggerlo e preservarlo nel tempo. Ed è così che ora, a lavori quasi ultimati, come primo step, le sue porte si aprono alle visite su prenotazione ed è anche possibile trascorrere qualche giorno in uno degli accoglienti alloggi della Guesthouse: La Volta, Il Granaio, Casa Amalia, Il Fienile, La Roggia, Alle Macine​.

molino camera

Il Molino Maufet consente di porre l’attenzione sull’identità collettiva da riscoprire e non dimenticare, restituendo giusta misura alla memoria, ai legami sociali, alle esperienze di vita e alle speranze future.  Colico gode peraltro, oltre alla bellezza naturalistica del suo territorio posto in posizione strategica, di una concentrazione di patrimonio storico-culturale eccezionale. Alcuni esempi? Il Forte Montecchio, il Forte di Fuentes, la Torre di Fontanedo recentemente restaurata e a sua volta aperta al pubblico e l’Abbazia di Piona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Como, la storia d'amore del Molino Maufet

QuiComo è in caricamento