menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa Melzi, Bellagio (Foto mp)

Villa Melzi, Bellagio (Foto mp)

Lago di Como, Villa Melzi: la "Casa Bianca" alle porte di Bellagio

Una storica costruzione con lo sguardo rivolto alla Tremezzina

Un autentico gioiello del Lario. Immerso in uno spettacolare parco. Siamo a pochi passi da Bellagio, la perla del Lago di Como. Un luogo incantevole a partire dal piccolo porto dove si trova l'ingresso dell'omponente Villa Melzi. Con il suo sguardo rivolto alla Tremezzina, la storica "casa bianca" è un autentico vanto del nostro territorio, che anche grazie alle sue numerose ville storiche è in grado di attirare turisti da tutto il mondo. 

La storia di Villa Melzi

I Giardini di Villa Melzi d’Eril, tra i più bei giardini d’Italia e d’Europa, si stendono lungo la riva est/ovest del lago di Como, a Bellagio, armoniosamente inseriti nel paesaggio collinare tra i due rami del Lario. Al loro interno si trovano la Villa, la Cappella e la Serra degli aranci o Orangérie, oggi allestita a Museo di grande rilevanza storica. I Giardini di Villa Melzi d’Eril sono una splendida espressione di stile neoclassico, dichiarati monumento nazionale.

villa melzi 1-2

Il complesso fu realizzato tra il 1808 e il 1810 su volontà di Francesco Melzi d’Eril (1753-1816), duca di Lodi, vicepresidente della Repubblica Italiana di Napoleone e, successivamente, Gran Cancelliere del Regno Italico. Francesco Melzi d’Eril affidò l’incarico della progettazione della Villa e dei Giardini all’architetto e ornatista Giocondo Albertolli (1742-1839), esponente di grande rilievo del neoclassicismo; la sua visione prevedeva una villa sobria ed elegante, con linee e volumi semplici che mettessero in risalto il meraviglioso paesaggio circostante.

Contribuirono alla decorazione e all’arredamento i più noti artisti dell’epoca: oltre a Giocondo Albertolli, autore di gran parte degli arredi e della decorazione interna, si segnalano i pittori Andrea Appiani (1754-1817), Giuseppe Bossi (1777-1815) e Alessandro Sanquirico (1777-1849), gli scultori Antonio Canova (1757-1822), Giambattista Comolli (1775-1830), Pompeo Marchesi (1789-1858) e il bronzista Luigi Manfredini (1771-1840).

villa melzi 3-2

I giardini all’inglese, arricchiti da sculture, furono progettati dall’architetto Luigi Canonica e dal botanico Luigi Villoresi, entrambi responsabili della sistemazione del parco della Villa Reale di Monza. Melzi d’Eril vi risiedette fino al termine della sua carriera politica, dopodiché ne fece la sua residenza estiva, fino alla morte nel 1816. Per l’apporto di insigni artisti e tecnici e per lo speciale accordo che si era instaurato con Francesco Melzi, l’insieme configura un luogo di rara armonia, celebrato, tra gli altri, da Stendhal, che ne descrisse la bellezza in Rome, Naples, Florence nel 1817.

Il giardino di Villa Melzi 

I Giardini di Villa Melzi d’Eril, sul lago di Como a Bellagio, sono un armonioso esempio di giardino all’inglese che si estende lungo la riva est/ovest del lago, ai piedi dell’omonima Villa. Costruiti all’inizio dell’800 con il contributo di insigni artisti, tecnici, decoratori, architetti e botanici, hanno rappresentato nel tempo e rappresentano tutt’oggi un luogo di rara bellezza, ispirazione per scrittori, artisti e poeti e luogo dell’anima per chi viene ad ammirarne il perfetto equilibrio botanico, storico e paesaggistico.

villa melzi 4-2

I Giardini sono aperti al pubblico da marzo a ottobre e accolgono anche gruppi scolastici per attività didattiche guidate in italiano e in inglese grazie alla collaborazione con il team didattico di The Original History Walks®. Per i visitatori privati, visite guidate e laboratori artistici prenotabili inviando un’email a visite@giardinidivillamelzi.it. All’interno dei Giardini sono presenti diversi percorsi botanici, un museo e un percorso storico-artistico.

Riapertura

La riapertura ufficiale è prevista per sabato 27 marzo 2021 fino al termine della stagione (31 ottobre 2021), salvo diverse disposizioni nazionali e regionali in materia di contenimento del contagio da Covid-19. Vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter per restare aggiornati su aperture ed eventi.

È possibile acquistare ticket di ingresso giornalieri o stagionali direttamente presso la biglietteria dei Giardini oppure attraverso il portale turistico Promo Bellagio

La nuova stagione porta con sé alcune interessanti novità tra cui la riapertura del Museo nell’orangerie, una serie di visite guidate e una nuova collaborazione con l’associazione culturale Il Mondo di Tels di Pavia per le attività didattiche anche in lingua inglese specificamente studiate per i gruppi scolastici (visitate la pagina dedicata per maggiori dettagli).

villa melzi 5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como, il bollettino del 17 aprile: 233 nuovi casi

  • Cronaca

    Parapendio caduto a Eupilio: ferito uomo di 60 anni

  • Coronavirus

    Il racconto del primo comasco vaccinato con Sputnik

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento