rotate-mobile
social Gravedona

Leggende e misteri del lago di Como: la Locanda Fantasma La Serenella

Renato Maiorana e Roberta Soldarelli ci portano a scoprire un altro luogo misterioso e affascinante

Renato Maiorana e Roberta Soldarelli con grande curiosità e professionalità si addentrano nel territorio Comasco alla ricerca di storie e misteri, di luoghi spesso dimenticati ma non per questo meno affascinanti dei più celebri itinerari turistici. Dietro ogni sasso, ogni rudere si può nascondere una storia. Oggi ci accompagnano alla scoperta della Locanda Serenella di Gravedona e del suo misterioso e bizzarro proprietario. Vi consigliamo di leggere la storia egregiamente narrata da Renato mentre guardate il video. Vi sembrerà di tornare indietro nel tempo. Per seguire Renato in tutte le sue avventure questo il suo canale YouTube.

"I Misteri spronano da sempre la mia curiosità, gira e rigira mi ritrovo a curiosare tra cose incomprensibili e spesso non risolvibili, ma non demordo. Cerco di entrare nella ragnatela seguendo i filamenti delicati per trovare le teorie più plausibili. La Locanda Serenella, anche chiamata all'inizio Locanda Bella Vista o Campo solare Balilla, nasce come Colonia estiva anno 1940. Molte persone con cui ho parlato, mi hanno raccontato le fasi che hanno portato la Locanda al cambio di destinazione. Sulle colonne dell'ingresso ci sono in perfetta condizione due vasi dell'epoca e sul cancello in ferro la firma di chi ha progettato o costruito l'opera MG. Molte sono le teorie che assegnano la proprietà della zona ad un Uomo Misterioso, eclettico intelligente tanto da essere definito un "fuori da questo mondo". Scienziato folle, inventore, musicista, pittore e tutto quello che può essere un uomo dall'intelligenza superiore e fuori dai canoni. Dicono spaziasse dal giocoliere da circo a progettista di tecnologie strane, il suo nome o i suoi nomi variabili secondo il suo stato d'animo erano Giovanni Battista Scuri al suo dire Lazzaro o Alessandro; forse amava essere identificato per il suo Spirito libero ed estroverso.

Queste congiunture lo portavano a vedere e fare cose talmente strane per un uomo, tanto da trasformare una torretta faro in abitazione. La strada della Serenella infatti venne dedicata a lui e chiamata Via Scuri. Sulla parte in basso della torretta ci sono due stemmi: due asce che s'incrociano, appunto " 2 Scuri". La Torretta si trova vicino al fiume Liro ed era di proprietà della nonna, Giovanna Ferrario. Dicono che sia riuscito con il mono ruota piena ideata da lui, che usava al circo, a percorrere 150 km nella tratta Milano Torino in poco più di 10 ore. La sua bravura era tanta da essere chiamato dal Re Edoardo VII, dallo Zar Nicola, e perfino dal Sultano di allora della Turchia. Il girare il mondo l'ha portato alla conoscenza di svariate lingue e conoscenze ad ampio spettro, oltre allo studio di strumenti musicali vari a corda ed a fiato.

Cosa dire di tutto ciò? Ci sono persone che nascono con caratteristiche che rasentano il sovrumano, facendo cose mai viste e fatte come professionisti assoluti del sapere. Io, ho avuto la fortuna di conoscerne una. Il Sindaco di Gravedona ed Uniti Cesare Soldarelli, nell'incontro di ieri sera, ci ha confermato che il progetto della Serenella sta andando avanti velocemente e che si stanno già cercando investitori per fare della zona il volano turistico sia per Gravedona che per il resto del Lago. Alla nostra richiesta di mettere lo stabile in sicurezza ha acconsentito dicendo che sarà sua cura e quella dello Staff del Comune. Grazie Sindaco per il tempo che ci ha dedicato e per la sua gentilezza."

Ci sono buone notizie quindi da parte del sindaco di Gravedona che ha dichiarato che l'area sarà riqualificata e che stanno mettendo a punto un progetto per far tornare la Serenella agli antichi splendori, progetto che tiene conto dell'altissimo potenziale della località e che vorrebbe anche due piscine e un lido. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leggende e misteri del lago di Como: la Locanda Fantasma La Serenella

QuiComo è in caricamento