rotate-mobile
social

Imbottigliare il vino in damigiana, come si faceva una volta

Elogio al "vino della casa"

Ce ne sono di varie misure, ma le più usate restano ancora quelle da 34 e 54 litri, dalle quali si possono ricavare rispettivamente 45 e 72 bottiglie di vino. Le prime damigiane erano rivestite in paglia, ora il vaso di vetro è avvolto nel legno o nella plastica. Un tempo, almeno fino alla fine degli anni 70', era prassi abituale per molte famiglie acquistare il vino in damigiana e imbottigliarlo in cantina o in garage. Con il passare del tempo e con l'avvento della grande distribuzione, questa sana abitudine si è un po' persa per strada.

Tuttavia, il ricordo di quel giorno di festa, vissuto insieme al babbo o con il nonno, a riempiere e tappare bottiglie è rimasto impresso nella memoria di molti. Il profumo inebriante del vino della casa, il fascino dei quelle bottiglie da stappare durante i pranzi e le cene di tutti i giorni, non sono andati del tutto persi. Sono rimasti in circolo a raccontarci un tempo in cui il richiamo alle nostre radici contadine era ancora presente anche tra chi viveva in città.

neoneli vino

Seppure in campagna, dal Piemonte alla Sardegna, sia ancora viva la tradizione di farsi il proprio vino, dalle nostre parti, anche nelle zone maggiormente vocate, questa usanza è andata quasi completamente dimenticata, Seppure si registri un timido ritorno alla piccola produzione commerciale, come ad esempio a Veleso, Cavallasca o Maslianico, non si può certo ancora parlare di un vero e proprio rinascimento enologico. 

Però, anche grazie alla spinta propulsiva del movimento naturale, l'interesse per il vino ancestrale, per un bere consapevole si è fatto sempre più importante. Non solo: la damigiana è diventata il contenitore più semplice dove fare esperimenti di vinificazione in cantina. Ma non occorre certo essere vignaioli per riaccendere la passione per il vino. Senza nulla togliere alle bottiglie che si acquistano in enoteca o direttamente dai produttori, avere una scorta di vino quotidiano a buon prezzo ma di qualità può essere ancora un ottimo affare.

bottiglie-2

Oltre a riconnettersi con un antico rito annuale, con un po' di conoscenza e di pazienza si riescono a trovare ottimi vini rossi da imbottigliare: ad esempio Barbera e Grignolino, due vitigni tipici delle nostra tradizione, sono perfetti per avere bottiglie non troppo impegnative. Insomma vini giovani, freschi e non strutturati. Il Piemonte è sicuramente la regione a cui rivolgersi e alla quale storicamente abbiamo sempre guardato in questo senso: un vino buono (anche naturale) lo si piò trovare intorno ai 3 euro al litro. 

Cosa serve per imbottigliare

Una volta acquistato il vino, il consiglio è quello di recarsi sul posto, ecco cosa serve in cantina:

Damigiana (costo dai 30 ai 50 euro)

Scolabottiglie (15 euro circa)

Avvinatore (costo 15 euro circa)

Travasatore (costo 15 euro circa)

Tappatrice (costo 50 euro circa)

Tappi (costo da 10 a 20 euro a confezione)

Bottiglie (costo da 50 centesimi a 1 euro cadauna)

Una volta acquistata l'attrezzatura con un spesa complessiva inferiore ai 150 euro, e considerando poi che le bottiglie e la damigiana se ben lavate possono essere riutilizzate ogni anno, il costo per ogni bottiglia riempita e tappata può essere inferiore ai 5 euro. E, se volete, potete divertirvi anche a fare la vostra etichetta personalizzata.

damigiana 2

Quando imbottigliare

Se acquistate un vino dell'annata precedente, vendemmia 2021 per intenderci, può essere imbottigliato anche solo dopo una settimana che è stato messo in damigiana. Per conservarlo prima dell'imbottigliamento si trovano in commercio apposite pastiglie o paraffine che evitano le muffe. Una volta imbottigliato la cosa migliore è lasciarlo riposare per alcune settimane in cantina. Se il vino è giovane, vendemmia 2022, è certamente meglio aspettare qualche mese e imbottigliare tra febbraio e aprile dell'anno successivo. Anche la luna, come ci insegnano i contadini, ha la sua importanza; il vino rosso vuole la luna nuova calante. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imbottigliare il vino in damigiana, come si faceva una volta

QuiComo è in caricamento