Martedì, 21 Settembre 2021
social

L'ultimo appello per Happy, il gigante buono: il cane mai voluto. Ci vuole un miracolo

Como Scodinzola ci presenta (in occasione della giornata mondiale del cane) il caso più disperato, il cane che nessuno vuole, che è invecchiato in un rifugio e per cui tutte le volontarie sognano ancora una famiglia

Happy da piccolo

Il 26 agosto 2021 è la giornata internazionale del cane. Per l'occasione abbiamo contattato la ormai nota associazione di volontariato Como Scodinzola, che si occupa di salvare e aiutare i nostri amici a 4 zampe che sono nelle situazioni piu critiche, anche al Sud Italia e che loro poi, con staffette e tanto impegno, fanno arrivare a Como per essere adottati. Abbiamo chiesto a Lucia, la nostra referente, chi fosse il cane più sfortunato, quello che nessuno vuole. Quello per cui l'associazione si batte da anni ma che niente, sembra invisibile. Lucia li chiama "i mai voluti" o "i cuccioli che hanno perso il treno", bellissimi da piccolini ma chissà perchè restati senza casa, scavalcati da tutti. E così oggi vi presentiamo Happy, il cui nome non corrisponde proprio per niente al suo destino, almeno fino ad ora. Sì, la foto di copertina è ingannevole o meglio: è Happy da piccolo. Perdonateci: un piccolo escamotage per attirare l'attenzione. Ora ha 7 anni in più ed è cosi: per noi comunque bellissimo ma per la maggior parte della gente invisibile.

Happy grande-2

Quanta ironia c'è in un nome? Di sicuro in quello di Happy ne trovate a palate. Lui che in rifugio è arrivato cucciolo nel lontano 2014 e ci ha trascorso tutta la vita, conoscendo solo quella realtà.

Come se la sorte non avesse finito di accanirsi, Happy l'anno scorso è risultato positivo alla leishmaniosi, una malattia infida che mette il marchio "inadottabile" su molti cani.
«Se non credessi nei miracoli, ribadisce Lucia, non pubblicherei la sua storia. Ed ecco qui un cagnolone di 7 anni, di un anonimo color miele, senza tratti distintivi per farlo spiccare in mezzo a mille altri...«

Ma Happy è molto di più dei suoi 30 kg. È un gigante buono, talmente docile che vive libero in rifugio perché non si allontana mai e accoglie i visitatori prendendo molto sul serio il suo ruolo di portinaio. Studia i nuovi arrivati, li segue a distanza incuriosito ma basta accucciarsi per farlo avvicinare timidamente in cerca di coccole.

«Sogniamo una famiglia anche per lui, contro ogni pronostico che vuole condannarlo al rifugio per sempre.»

Possiamo fare il miracolo? Possiamo almeno provare a trovare una famiglia a Happy, il cane mai voluto? Sarebbe davvero una missione speciale per la giornata mondiale del cane. 

Solo chi davvero interessato, per info; comoscodinzola@gmail.com oppure Lucia 346 3223576

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo appello per Happy, il gigante buono: il cane mai voluto. Ci vuole un miracolo

QuiComo è in caricamento