Francesco Facchinetti aggredito verbalmente: “Un uomo mi ha detto ‘figlio di putt**a, muori e ha sputato sulla mia auto"

Rientrato a Mariano Comense da una vacanza in famiglia, l'episodio è avvenuto a Milano, mentre si stava recando in ufficio con un collaboratore

foto da Today

Francesco Facchinetti, noto produttore e "figlio d'arte dei Pooh", ha raccontato sui social un episodio davvero spiacevole, avvenuto a Milano, dove si stava recando per lavoro in ufficio con un suo collaboratore. Rientrato a Mariano Comense da una vacanza con moglie e figli, il dj è rimasto motlo scosso da questa aggressione verbale e ha voluto parlarne sui social, in particolare con delle Stories di Instagram. 

Il fatto: un uomo avrebbe sputato sulla sua macchina e inveito contro di lui senza un motivo. “Ad un semaforo un signore sulla cinquantina abbassa il finestrino. Sputa sulla macchina e mi dice ‘Figlio di put**na, muori'. A quel punto, lo sapete che sono fumantino, dico ‘Adesso lo ammazzo di botte. Mi ha toccato mia madre, devo scendere'”, ha raccontato Facchinetti, dissuaso dall’intervenire dall’amico che era con lui.“

Le riflessioni sull'invidia di dj Francesco

Ecco le parole riportate fedelmente dai suoi social:
“Sicuramente questo signore sarà poco intelligente. Però probabilmente è un sentimento d'invidia. Invidia distruttiva, non costruttiva”, ha proseguito Facchinetti, osservando come gli invidiosi, alla fine, non ottengano mai nulla dalla vita se non tanto rancore : "Persone che invidiano, lasciatevi dare dei consigli: l'invidia non cambia il vostro stato sociale perché chi invidia è una persona mediocre. Vivrete nella vostra mediocrità per tutta la vita. Fino a quando continuerete a invidiare sarete persone mediocri e non succederà niente. Inoltre, se voi mi invidiate la mia vita non cambia (…) Io torno a casa mia con la mia bella macchina, la mia bella casa, la mia bella famiglia e tu, invece, vai a casa incaz**to con la tua macchina di mer*a e non cambierai nulla della tua vita".“
 

Le scuse dell'aggressore

Dopo svariati commenti sotto i post del Dj/ produttore, qualcuno a favore e altri contro, è tornato ad esprimersi anche Facchinetti, dichiarando che la persona che aveva sputato sulla sua macchina e offeso lui e la madre lo aveva contattato per scusarsi:

“Il signore di cui ho parlato ieri mi ha scritto e l’ho sentito al telefono, mi ha detto ‘scusa se ho reagito così, ma pensavo fossi solo un figlio di papà, invece hai fatto tante cose’. Bene, una precisazione: ho iniziato a lavorare a 15 anni e per me il lavoro è sacro. Nel 2004-2005 l’ufficio delle entrate ha pubblicato la dichiarazione dei redditi degli italiani. Il mio guadagno era 25 volte superiore a quello di mio padre e avevo 24, 25 anni…”.

Infine, la chiosa: “Un consiglio, si denota molta ignoranza… quindi ad agosto investite del tempo per studiare perche siete delle capre".

Dj Francesco aggressione-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(foto da Instagram di Francesco Facchinetti)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • Lago di Como come in una favola, il matrimonio di Elettra Lamborghini: le foto social

  • Elettra Lamborghini e Afrojack sul lago di Como per il grande giorno: tutto sulle nozze

  • Polenta e missoltini, le 10 migliori trattorie del Lago di Como

  • Mentre Boris Johnson accusa l'Italia, la compagna Carrie Symonds si diverte sul Lago di Como

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento