Cosa farei se fossi sindaco di Como: il post che fa discutere i cittadini

Apparso poche ore fa sul gruppo Facebook Sei di Como se... ha aperto un dibattito (civile) tra gli abitanti della città

Un post con questo titolo, ovvero Cosa farei se fossi sindaco di Como, è apparso sulla pagina Facebook del gruppo Sei di Como se... poche ore fa. Questo il testo introduttivo di Pietro R., che ha lanciato la discussione:

«COSA FAREI IO SE FOSSI SINDACO DI COMO
Fare il sindaco in una città come Como non è una passeggiata.
1 Io migliorerei innanzitutto le strade rifacendo il manto stradale nelle vie più conciate
2 farei un bando come si deve per quanto riguarda la pulizia delle vie e del lago con se è necessario acquistare mezzi nuovi sia per via terra che per via acqua
3 fare un centro per i senzatetto perché è impensabile che certe persone meno fortunate di noi non possono dormire in un posto caldo e avere cibo a sufficienza per sopravvivere, in cambio gli farei lavorare come addetti al comune senza paga per pulire la città è mantenerla viva
3 farei un centro storico con bar e negozi aperti alla sera ma non tipo quelli dove fanno baldoria i ragazzi ma tipo bar seri tipo Milano
4 creare un calendario apposito per gli eventi sia organizzati da privati nel senso fai negozianti sia dal comune.
5 manutenere una certa pulizia che per quanto riguarda il Verde quindi aiuole bel pulite e ordinate e giardini sempre belli puliti e ordinati
6 fare un piano per l’illuminazione pubblica nel senso che è impensabile che dopo 1/2 settimane dei quartieri di Como siamo ancora bui
Penso di aver finito
Buona serata.»

A seguire molte risposte, che continuano ad aggiungersi: più impianti sportivi, un'area cani adeguata, sistemare la Ticosa e le infrastrutture, più parcheggi, terminare le paratie, un cinema, una monorotaia e anche un revamping al mercato coperto. 

Qualcuno ha toccato anche il delicato tema dei senzatetto, a parere di alcuni, lasciati allo sbando. 

«Como è bellissima, per chi viene nel fine settimana, in centro: viverci è un'altra cosa». Le risposte in questo post di confronto sono comunque state tutte educate e propositive, sono le opinioni di cittadini, forse un pò stanchi di tante cose che non funzionano o che da anni dovrebbero essere sistemate ma di cui non ci si occupa. Non tutte le responsabilità, però, si "abbattono"sull'amministrazione comunale e sui suoi rappresentanti.

«Io penso che bisognerebbe prima di tutto organizzare un corso obbligatorio di senso civico, se i cittadini fossero più educati ad aver cura della propria città saremmo già a metà dell'opera..», scrive Antonella P. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Speriamo che chi di dovere possa leggere i consigli di chi abita Como e che spera di vedere risolti i problemi della città. O quantomeno di essere ascoltato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da sabato 17 ottobre arriva il Treno del Foliage

  • Autunno, tempo di castagne: ecco dove raccoglierle nei dintorni di Como

  • 3 cose che (forse) non sapete sul Faro di Brunate

  • Covid, firmata la nuova ordinanza in Lombardia: locali chiusi alle 24, niente visite alle RSA

  • Chef morto sul lago di Como: l'autopsia conferma la tragica caduta accidentale

  • Suona col sax 4 ore al giorno l'Ave Maria in centro a Como: la segnalazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento