rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
social

Sul cielo di Como una pioggia di stelle cadenti saluta la primavera

L'orario preciso

La notte tra il 21 e il 22 marzo lo spettacolo sarà garantito sul cielo di Como dalle beta Leonidi, le meteore che si paleseranno con uno sciame molto luminoso che sarà favorito anche dalla completa assenza della Luna. Le meteore nel loro brillante apice sul cielo di Como sono attese nelle ore notturne e per la precisione intorno alle 23.50. 

Tutti col naso all'insù questa sera per ammirare le stelle cadenti che combaciano con l'inizio della primavera. In realtà quest'anno l'equinozio vero e proprio che ha sancito il passaggio dalla stagione invernale a quella primaverile è stato ieri, 20 marzo, ma simbolicamente ci riferiamo sempre alla data del 21, quindi oggi. 

Cos'è l'equinozio

L'equinozio, il cui termine deriva dal latino aequa nox, ovvero "notte uguale (al dì)", si verifica quando il Sole si trova esattamente allo zenit dell'Equatore ed il giorno e la notte hanno la stessa durata, di 12 ore ciascuno. Durante tale evento il circolo di illuminazione passa per i poli terrestri "tagliando la Terra" in due porzioni eque di luce e buio mentre la radiazione solare è perfettamente perpendicolare all'Equatore e all'asse terrestre. Dal giorno dopo l'equinozio di Primavera le giornate continueranno ad essere sempre più lunghe e la natura proseguirà nel suo risveglio.

Perché l'equinozio cambia data

Il moto di rivoluzione del nostro pianeta dura 6 ore, 9 minuti e 10 secondi in più dei canonici 365 giorni del calendario gregoriano. Per risolvere questo ritardo, l'uomo ha inserito un anno bisestile (quello con il 29 febbraio) ogni 4 anni e tale piccola oscillazione temporale è la ragione per cui l'equinozio e altri eventi simili non cadono precisamente nello stesso giorno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul cielo di Como una pioggia di stelle cadenti saluta la primavera

QuiComo è in caricamento