rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
social

Chiara Ferragni e la questione dei "furti" degli asciugamani negli hotel

La faccenda è stata sollevata da Selvaggia Lucarelli. Cosa ne penseranno gli albergatori Comaschi dove la bella infuencer soggiorna spesso?

Chiara Ferragni, imprenditrice digitale da oltre 27 milioni di follower, non finisce mai di far parlare di sè. Un video che doveva essere scherzoso è entrato nel vortice delle polemiche per una riflessione sollevata dalla pungente penna di Selvaggia Lucarelli. Al centro del contendere sono gli asciugamani e in generale la biancheria "rubata" negli hotel. Cosa ne penseranno gli albergatori Comaschi dove la bella infuencer soggiorna spesso?

Come è nata la polemica

Selvaggia Lucarelli non ha apprezzato un Tik Tok della Ferragni. In questo video Chiara (riprendendo un trend in corso) a cuor leggero, ammette di essere "colpevole" di aver "rubato" un accappatoio lasciando intendere si tratti di una cosa normale e comune con il commento "Ditemi che voi non lo fate". Quello che doveva essere un video simpatico è diventato motivo per una feroce critica da parte della giornalista di Civitavecchia. Secondo Selvaggia, infatti, Chiara, avrebbe commesso un grave errore con questo video e ha deciso di ricordare all'influencer, e a tutti i suoi seguaci, che "gli albergatori sostengono delle spese" e, soprattutto, che rubare è un vero e proprio reato.

"Quello che per l'ospite può sembrare un divertimento, un gesto innocente, un stupidaggine, in realtà, per legge è un reato" continua la Lucarelli mentre spiega alla Ferragni, e a chi ha messo like al suo Tik Tok, che appropriarsi indebitamente di un oggetto di qualcun altro è un reato a tutti gli effetti, punito con sei/tre anni di reclusione e e una multa da 154 a 516 euro. 

Da qui cominciano le repliche a colpi di video: Chiara Ferragni non ci sta e sempre tramite Tik Tok lancia un altro video (già virale) dove dice:“Quando creano la polemica su un furto di accappatoio dall’hotel come se non sapessero che ogni hotel ha la tua carta di credito registrata e viene addebitato come tutti i costi extra”, spiega la moglie di Fedez. Insomma la Ferragni ci ha tenuto a specificare che non ha sottratto indebitamente gli accappatoi dall’ hotel, bensì li ha pagati. “Non sapevo di essere una ladra”.

Il botta e risposta tra Lucarelli e Ferragni

La storia dovrebbe essere finita qui ma con i due personaggi in campo, dal carattere certamente forte e risoluto, sarà una gara a chi avrà l'ultima parola. La Lucarelli risponde ancora: "Oggi (28 luglio) la Ferragni, evidentemente in imbarazzo per la brutta figura soprattutto dopo che si era appena lamentata con Sala della diffusa propensione all'illegalità nel milanese (suoi amici milionari hanno subito furti), ha replicato con un altro TikTok contando sempre sul fatto che buona parte del suo pubblico la venererebbe pure se dicesse che il narcotraffico è una super figata"

"Tra l’altro, la Ferragni - continua Selvaggia - vive ovviamente in un’altra galassia - commenta ancora - e non sa che gli addebiti su carta non sono sempre possibili perché c’è chi paga con le ricaricabili e, soprattutto nei piccoli hotel, anche chi paga in contanti senza lasciare carte di credito come garanzia. Sarebbe come andare al ristorante e portarsi via posate e piatti per poi dire: beh se vogliono me li addebitano in qualche modo. Un’altra cosa che non sa, è che i furti costano agli hotel migliaia di euro l’anno. Mi hanno scritto albergatori in questi giorni che mi hanno raccontato di furti di coperte, asciugamani, quadri e perfino del bicchiere per lo spazzolino".

La storia sembra non avere fine ma di una cosa siamo certi: entrambe sanno come far parlare di loro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiara Ferragni e la questione dei "furti" degli asciugamani negli hotel

QuiComo è in caricamento