rotate-mobile
social

La furbata: simula ricarica elettrica appoggiando il cavo alla gomma: multato Suv italiano in Canton Ticino

Era parcheggiato negli stalli riservati alle auto elettriche

L'auto è un lussuoso Suv Range Rover, a benzina o diesel. Tuttavia era stato parcheggiato in Canton Ticino dove gli stalli, con tanto di apposita colonnina per la ricarica, sono riservati esclusivamente alle auto elettriche. La pensata non è stata esattamente delle più geniali: simulare un'auto elettrica appoggiando il cavo sopra la ruota anteriore del suv. Il "trucchetto" non è sfuggito alla polizia svizzera che ha prontamente multato l'auto con targa italiana.  

La scena, degna di un film di Fantozzi, non poteva non avere un seguito politico, soprattutto dopo la reprimenda del sindaco di Como Alessandro Rapinese nei confronti delle auto svizzere,  A rincarare la dose, ci ha infatti pensato Lorenzo Quadri, politico svizzero sempre molto attendo a segnalare le scorrettezze italiane oltre la dogana, che ha così commentato il fatto su Facebook:  Il furbetto italico parcheggia il macchinone non elettrico nel posto riservato alle auto elettriche; e pure fuori dalle righe. Poi, per simulare la ricarica, appoggia la presa della corrente sulla ruota: tanto “gli svizzerotti sono fessi e non si accorgono di niente! Ma gli è andata buca, perché si è comunque beccato la contravvenzione (sul parabrezza).Vuoi vedere che avrà ancora la tolla di lamentarsene?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La furbata: simula ricarica elettrica appoggiando il cavo alla gomma: multato Suv italiano in Canton Ticino

QuiComo è in caricamento