Da Londra a Hong Kong: una piccola grande azienda di Inverigo conquista gli aeroporti di tutto il mondo

Flavio Sironi, titolare di Artigiansalotti: "Trovare dipendenti è sempre più difficile"

Il divano a stella creato a Inverigo, nella sala vip dell'aeroporto di Los Angeles

Di divani se ne fanno in tutto il mondo, dal piccolo artigianato alla produzione di massa. Eppure, anche in questo campo, l’eccellenza dell’artigianato italiano, e in particolare brianzolo, spesso s’impone. È quello che sta succedendo nei principali aeroporti del mondo grazie a un’azienda di Inverigo - casa, bottega e negozio, come si diceva una volta – in cui mani sapienti e ingegni raffinati hanno prodotto dei “gioielli” in velluto blu e li hanno spediti in tutto il mondo.

Dal 2017 Flavio Sironi, che già da anni esportava ovunque i suoi divani rigorosamente "made in Brianza", ha cominciato ad arredare le sale vip dei più celebri aeroporti del mondo. L'avventura è iniziata negli Stati Uniti - il primo scalo è stato San Francisco e da poco si è conclusa l'esperienza di Washington -, ma ci sono già diversi progetti per altri aeroporti nel mondo, come Tokyo, Hong Kong e Londra. Si tratta di enormi divani in velluto a 15 posti, con un’originalissima forma a stella. Di fatto più isole relax che semplici sofà. “Il lavoro non è stato sempre facile – spiega il proprietario di Artigiansalotti - soprattutto abbiamo affrontato e risolto problematiche legate all'uso dei materiali, perché noi lavoriamo tutto nella nostra piccola bottega di Inverigo e alcuni tipi di legno qui in Italia non si trovano. Negli Stati Uniti sono molto rigide le regole legate alla sicurezza dei materiali e anche molto viva l'attenzione all'aspetto green. La difficoltà maggiore che abbiamo dovuto affrontare è stata quella burocratica, visto che queste regole cambiano molto repentinamente. Così, questi grandi divani che alla vista sembrano tutti gemelli in realtà sono realizzati sempre con materiali diversi”.

Ma l'avventura internazionale della famiglia Sironi non è iniziata qui: forse il lavoro più celebre è quello per un 5 stelle superior nella zona di Hyde Park, a Londra. Ma poi ci sono i clienti privati, come quella volta in cui... "Un armatore greco passava per caso davanti alle nostre vetrine e con la sua lussuosissima auto si è fermato nel parcheggio. Vedendoci uscire per una consegna - era l'ora di pranzo - ci ha chiesto quando avrebbe riaperto il negozio. Ho chiamato subito mia moglie perché lo facesse accomodare e ci abbiamo guadagnato un’incredibile commessa a Montecarlo”.

artigiansalotti negozioArtigiansalotti inverigo aeroporti americani (2)-2

Ma, a proposito, quello che davvero preme a Flavio è che si sappia che questa visibilità internazionale ha avuto come effetto soltanto quello di dare una grossa sferzata di energia positiva al lavoro: "Qui a Inverigo è rimasto tutto come sempre, il nostro punto di forza è il cliente che entra in negozio, magari grazie al passaparola, ed è sempre a lui che ci rivolgiamo prima di tutto”. Un'azienda che esiste dal 1960, quando Mario Sironi, il papà, ha deciso di mettersi in proprio e intuito quale poteva essere la fascia di mercato in cui avere successo.

Una produzione che, oggi come allora, si basa esclusivamente sull'artigianato ed è proprio questo che dà l'unico grattacapo a Flavio: "Se il lavoro assolutamente non manca - i nostri clienti tornano per un divano nuovo o spessissimo con un divano di 20 o 30 anni di vita, da rifoderare - quello che invece viene sempre meno è la possibilità di sostituire un giorno i nostri artigiani. Il problema principale sono le cucitrici, signore che ormai superano i 55 anni (la signora Rosa ne ha addirittura 67 ed è una nostra colonna portante) e che saranno veramente difficili da sostituire. Credetemi quando vi dico che non ci dormo la notte: non mi è mai capitato in questi anni di fare un colloquio a una persona giovane, magari appena uscita dalla scuola e che volesse imparare il lavoro stando a bottega. Eppure è una professione davvero piena di gratificazioni, in un ambiente familiare, dove c'è grandissimo rispetto per la persona e il suo lavoro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Artigiansalotti inverigo aeroporti americani (5)-2Un esempio potrebbe essere Aldo Vismara, maestro artigiano e dipendente storico dell’azienda, che ha inventato lo strumento necessario per lavorare i vari tipi di legno richiesti negli stati USA, con quella particolare forma convessa. A lui è stato chiesto di usare, oltre alla solita maestria delle mani, anche un grande ingegno, per vincere nuove sfide.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lettera di un'insegnante del Liceo Giovio che annienta la ministra Azzolina

  • Nuovo Dpcm, la bozza: chiuse le palestre, orario ridotto di negozi, bar e ristoranti

  • Torna l'autocertificazione in Lombardia: con il coprifuoco servirà per circolare dalle 23 alle 5

  • Como, non vuole indossare la mascherina e si ribella ai poliziotti: arrestato in centro storico

  • Grave al Sant'Anna per covid chiede plasma iperimmune: il comitato etico dice no

  • Sul lago di Como come in America: apre il campo delle zucche

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento