menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arcobaleno di settembre sul lago di Como: le vostre foto e la leggenda del ponte

Uno spettacolo meraviglioso, legato a tradizioni e miti di positività e amore

Gli arcobaleni sono sempre belli, ma quando si specchiano sulle acque del lago ancora di più. È quello che è accaduto ieri, domenica 27 settembre proprio sul lago di Como. Alcuni lettori ci hanno quindi inviato gli scatti più belli, che pubblichiamo. Sono tante le leggende che i vari popoli hanno, nei secoli dei secoli, raccontato circa questo fenomeno ottico. Una delle più famose è quella del Ponte.

Questa del Ponte dell'arcobaleno e' un antica leggenda che si tramanda dalle tribù degli Indiani d'America ed è dedicata a tutte le persone che soffrono per la morte di un loro caro amico e a tutti gli animali che sulla terra hanno amato gli uomini. E' una favola bellissima e piena di tenerezza che ci fa sperare non solo che ci sia una vita al di là di quella che stiamo vivendo ora, ma soprattutto che ci  sia una vita più serena e felice da condividere ancora con i nostri amici. La speranza quindi di riabbracciarli un giorno per percorrere con loro il cammino verso l'eterna felicità.

La leggenda del ponte dell'arcobaleno

Davanti all'entrata del Paradiso c'è un luogo chiamato Ponte dell'arcobaleno per i bellissimi colori da cui è formato. Quando muore una bestiola che e' stata particolarmente cara e speciale a qualcuno, questa va sul ponte dell'arcobaleno. È un posto meraviglioso, ci sono prati, grandi alberi e colline verdi dove l'erba è sempre fresca e profumata per tutti i nostri amici tanto speciali che là corrono e giocano tutti insieme. C' é tanto cibo (il loro preferito), ruscelli con acqua fresca con la quale dissetarsi e il sole che splende; tutto a volontà e i nostri amici sono al caldo e stanno bene. Tutti i piccoli che erano molto ammalati e vecchi sono tornati ad essere in salute, giovani e al pieno delle loro forze. Quelli che erano feriti o mutilati sono tornati ad essere nuovamente integri e forti, così come li ricordiamo nei nostri sogni di giorni e tempi passati. Gli animali sono felici e contenti, tranne che per una piccola cosa: ad ognuno di loro manca qualcuno di molto speciale, molto amato, che si sono lasciati alle spalle, indietro, lontano, verso l'orizzonte. Corrono e giocano insieme, ma verrà il giorno in cui uno di loro si fermerà improvvisamente e guarderà lontano. Tutti i suoi sensi saranno all'erta, i suoi occhi splendenti, luminosi e lucidi saranno attenti, il suo corpo palpiterà e tremerà dall'emozione, per l'eccitazione e l'impazienza. Improvvisamente si staccherà dal gruppo, inizierà a correre sull'erba verde, le sue zampe sembreranno volare sempre più veloci sul prato. Ti ha visto e riconosciuto. E quando finalmente vi raggiungerete, incontrerete e sarete insieme vi stringerete in un abbraccio gioioso, unico, per non separarvi mai più. Baci felici pioveranno sul tuo viso, le tue mani accarezzeranno nuovamente la testolina amata e potrai finalmente fissare ancora i suoi fiduciosi occhi, che sono stati lontani per tanto tempo dalla tua vita ma mai lontani e assenti dal tuo cuore. Allora attraverserete insieme il Ponte dell'arcobaleno. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

Coronavirus

Arriva il passaporto vaccinale europeo, ecco come funziona

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento