rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
social Lanzo d'Intelvi

Il magico arcobaleno tra il lago di Como e la Val d'Intelvi

Il meraviglioso scatto di Valerio Carletto

Succede spesso che in questi giorni di pioggia e sole compaia nel cielo un splendido arcobaleno. Ma quello fotografato da Valerio Carletto, che unisce la Val d'Intelvi al lago di Como attraverso il cielo è davvero fantastico. Un ponte naturale che restituisce tutta la bellezza di questa tribolata primavera segnato ora dal sole dopo settimane di maltempo che ha però ridato vita alla vegetazione e acqua al Lario. 

In fisica dell'atmosfera e meteorologia, l'arcobaleno è un fenomeno ottico atmosferico che produce uno spettro quasi continuo di luce nel cielo quando la luce del Sole attraversa le gocce d'acqua rimaste in sospensione dopo un temporale, o presso una cascata o una fontana. Lo spettro elettromagnetico dell'arcobaleno include lunghezze d'onda sia visibili sia non visibili all'occhio umano, queste ultime rilevabili attraverso uno spettrometro.

Gli arcobaleni possono essere osservati ogni qualvolta ci siano gocce di acqua disperse nell'aria e luce solare proveniente da dietro l'osservatore a una bassa altezza. L'arcobaleno più spettacolare si può vedere quando metà del cielo è ancora scuro per le nuvole di pioggia e l'osservatore si trova in un punto con il cielo pulito sopra. L'effetto dell'arcobaleno è anche comune vicino alle cascate o alle fontane. A volte si possono vedere frange di arcobaleno ai bordi delle nuvole illuminate da dietro e come bande verticali nella pioggia distante o nelle virghe. L'effetto si può anche creare artificialmente disperdendo goccioline di acqua nell'aria durante un giorno soleggiato, ad esempio utilizzando uno spruzzino da giardino, a condizione che le gocce d'acqua siano in gran numero e molto fini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il magico arcobaleno tra il lago di Como e la Val d'Intelvi

QuiComo è in caricamento