social

Il Lago di Como è la "casa di Gucci"

Adam Driver, Lady Gaga, Al Pacino e Jared Leto, tutte le star sul Lario per il film di Ridley Scott

I twee di Adam Driver Bra

Continuano, seppure condizionate dal vento forte di ieri, le riprese sul lago di Como di House of Gucci. Al centro della pellicola hollywoodina ci sono Villa Balbiano e piazza Magnolia in Tremezzina. Particolarmente attivo sui social in questi giorni lariani, l'attore americano Adam Driver, che nella pellicola diretta da Ridley Scott interpreta la parte di Maurizio Gucci, nel suo tweet ci sono Al Pacino e Lady Gaga e Jared Leto di spalle. Per il nostro Lario si tratta dell'ennesima incredibile vetrina internazionale. 

Chi è Adam Driver

Dopo l'esperienza militare negli United States Marine Corps, è salito alla ribalta come attore grazie al ruolo di Adam Sackler nella serie comica-drammatica della HBO, Girls (2012-2017), per la quale ha ricevuto tre nomination consecutive per il Primetime Emmy Award come miglior attore non protagonista in una commedia. Ha vinto la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile per il dramma Hungry Hearts (2014) e il premio come miglior attore dalla Los Angeles Film Critics Association per Paterson (2016). Per BlacKkKlansman (2018), diretto da Spike Lee, ha ricevuto la candidatura per l'Oscar come miglior attore non protagonista. Nel 2019 torna a recitare a Broadway nell'opera teatrale Burn This, per cui viene candidato al Tony Award al miglior attore protagonista. Nel 2020 per Storia di un matrimonio ottiene la sua seconda nomination al Premio Oscar nella sezione Oscar al miglior attore protagonista e ai Golden Globe come migliore attore protagonista in un film drammatico. Driver ha ottenuto inoltre notorietà a livello mondiale per aver interpretato Kylo Ren nella trilogia sequel di Guerre stellari (composta dagli episodi VII, VIII e IX).

Le (solite) polemiche lariane

Non sono, purtroppo mancate le polemiche intorno alla pellicola. In merito è intervenuta sulla sua pagina Facebook Silvia Rainoldi. presidente della delegazione Lago e Valli di Confartigianato: "Alla faccia di tutte le polemiche sorte e lette in questi giorni della presenza in Tremezzina del cast con personaggi al seguito per la realizzazione cinematografica. Cosa posso dire! Benvegano. E benn vengano lo dico ad alta voce. Questa mattina mentre solcavo l'entrata dell'albergo Lenno lo facevo con entusiasmo, un attimo di normalità, una boccata di ossigeno per questa grande famiglia di imprenditori che nonostante tutto si sono messi ancora in gioco, anche se solo per pochi giorni. Ma voi lo sapete quanti costi ha l'apertura di una stagione alberghiera, forse non vi rendete conto quando pubblicate i vostri pensieri(liberi ognuno di interpretare i propri).

"Come si sono messe in gioco tante altre realtà turistiche - aggiunge Rainoldi - che dopo un anno di stenti grazie a queste oppurtunita possono vedere finalmente risorgere il sole! Così come non sapete quanti costi ha la gestione di un comune importante come la Tremezzina, benvengano questi compensi che a mio parere sono perfino pochi in cambio di una paesaggio mozzafiato come lo è il nostro. Oggi vi scrivo come rappresentante di molti, quasi quattrocento imprenditori artigiani (associati a Confartigianato Imprese del nostro territorio) , che da un anno soffrono.... Si soffrono! Soffrono perché il nostro territorio ormai diventato da qualche anno dipendente di un economia prettamente turistica si è trovato con un pugno di mosche in mano. Ma avete qualche volta chiesto loro come fanno a campare? No, no! Altrimenti certi commenti non li fate! Abbiate rispetto per loro! Perché se non lavorano loro non lavorano i loro dipendenti, e alle loro famiglie ci avete pensato? Viviamo nell'incertezza del domani, dunque qualsiasi oppurtunita va colta e sfruttata! Un anno fa dicevamo con tanto di arcobaleni e canti sui balconi che ce l'avremmo fatta, e oggi dopo un anno.... Fate voi!"

Così, per ora, il sindaco Mauro Guerra, sempre su Facebook: "Grazie Silvia. Sino ad oggi mi sono astenuto da qualsiasi dichiarazione o commento, su social e giornali, su questa vicenda. Ora stiamo ancora lavorando. Nei prossimi giorni diro’ la mia. Per ora mi permetto di condividere il tuo post e mi limito a precisare che chi sta lavorando nella produzione cinematografica lo fa rispettando un rigorosissimo protocollo di sicurezza anti covid 19, definito a livello nazionale"- 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lago di Como è la "casa di Gucci"

QuiComo è in caricamento