Mercoledì, 16 Giugno 2021
social

I 10 migliori borghi storici del Lago di Como

Gli angoli più suggestivi del Lario da visitare in primavera

Lezzeno (foto m/p)

Oltre alle gite al lago proposte  qui, vi suggeriamo qualche altra idea per affrontare questa bella stagione che ci riporta il piacere di visitare il nostro territorio. Approfittando delle temperature miti di questa pur insolita primavera che ci sta regalando anche giornate di cielo blu, possiamo pensare a una gita fuori città alla ricerca degli angoli più belli del nostro magico Lario. Ecco quindi una piccola guida per trascorrere questi giorni alla scoperta di alcuni tra i borghi più suggestivi del lago di Como e del Ceresio. Ne abbiamo scelti dieci per voi. 

1 - Borgo di Brienno

Probabilmente è uno dei borghi più interessanti del Lario tra quelli che si affacciano direttamente sul lago. Con le sue stradine strette e le sue scale ripide che si snodano tra le vecchie abitazioni verticali, mantenute ancora perfettamente, il Borgo di Briennio è un autentico gioiello del passato. Ci si arriva in mezz'ora d'auto da Como percorrendo la Statale Regina che sale lungo la sponda occidentale del Lago di Como, oppure con il battello della Navigazione. Dalla chiesa dei Santi Nazaro e Celso, dal cui sagrato si gode una vista mozzafiato del lago, ci si può quindi incamminare attraverso il borgo, senza però dimenticare di dare prima un occhio alla vecchia filanda vicina all'imbarcadero e poi alla Chiesa dell'Immacolata che si affaccia sul Lario da uno sperone. Continua.

brienno borgo 28 mp-2

2 - Borgo di Cavagnola (Lezzeno)

Arrivando da Como e seguendo le indicazioni che si trovano lungo la provinciale Lariana, il borgo di Cavagnola si trova poco prima di entrare a Lezzeno. Nascosto ai piedi del lago, lo si raggiunge in pochi passi attraverso una stradina panoramica in discesa. Dopo pochi minuti si incontra un piccolo e grazioso nucleo abitativo caratterizzato dal suo antico porticciolo con le pietre dei suoi moli perfettamente quadrate. E' qui, in questo minuscolo angolo di paradiso, che il lago traccia una delle sue ultime curve prima di distendersi fino a Bellagio costeggiando il lungo tratto dove si allungano Lezzeno e le sue antiche frazioni. Il borgo è formato da poche case segnate da un passato resistente e orgoglioso, avvolte da un silenzio che ne custodisce ancora la bellezza. Il Lario ne accarezza dolcemente le rive, tratteggiando l'intatta magia di Cavagnola. Continua

cavagnola 3-2

3 - Borgo di Soldino (Laglio)

Laglio è divenuta famosa nel mondo da quando, ormai diversi anni fa, George Clooney acquistò la sontuosa Villa Oleandra. Il pellegrinaggio, prima della pandemia, in questo piccolo paese del lago di Como era ormai quotidiano. Lunghe file di turisti si avvicendavano soprattutto nei giorni di weekend per un selfie, con la casa della star di Hollywood a fare da sfondo. Ed è però possibile che a molti di loro, in preda alla febbre da vip, sia sfuggito di visitare l'antico borgo di Soldino (una delle cinque storiche frazioni di Laglio) che si arrampica alle spalle della villa dell'attore originario di Lexington, Kentucky. Ed è un peccato perché Soldino ha una infinità di angoli interessanti, con tutti i tratti tipici dei borghi del Lago di Como: stradine strette, tracce di vecchi mestieri, porte e muri della case che segnano il tempo. Cunicoli bassi che si aprono a piccole piazze dove la cura e la grazie dei dettagli sono assolutamente da ammirare. Continua

laglio borgo soldino 1

4 - Borgo di Sormazzana (Lezzeno)

Lezzeno è quel lunghissimo serpente di frazioni, ben 17, che si snoda lungo il Lago di Como tra Nesso e Bellagio. Spesso la si attraversa senza capire quali siano i molti segreti che nasconde nella sua silenziosa ombra. Oltre al Ponte del Diavolo e ad uno dei tratti più affascinanti dell'antica Strada Regia, di particolare interesse a Lezzeno ci sono appunto i suoi antichi borghi che meritano assolutamente uno sguardo attento. In questa occasione ci siamo fermati a Sormazzana. Seguendo le indicazioni che si trovano a Lezzeno lungo la provinciale Lariana, ci si arriva dopo poche centinaia di metri. Il borgo è tipicamente lariano e si presenta infatti con le sue case arroccate attraversate da gradinate e stradine strette. Sono molti gli angoli caratteristici e le finestre da cui si domina il Lario. Diverse anche le tracce di antichi mestieri che rendono questa frazione un piccole gioiello dove sembra di compiere un piccolo viaggio nel tempo. Continua

borgo sormazzana lezzeno 2-2

5 - Borgo di Pognana

Ancora il nostro amato Lario e la sua riva orientale, ovvero quella che corre da Como sino a Bellagio. Per questo nostro appuntamento dedicato al weekend, abbiamo deciso di fermarci a Pognana, un luogo forse meno noto alle abituali rotte turistiche ma certamente uno dei paesini più affascinanti del lago di Como, anche per la vista unica che si gode dalle sue splendide chiese. Pognana si raggiunge da Como in auto in 20 minuti. La troviamo subito dopo Faggeto Lario, in uno dei punti dove il Lario si apre a una vista mozzafiato. Lasciando la Statale Lariana, si sale da via Aldo Moro per 500 metri. Da lì si prosegue a piedi seguendo il percorso che, attraversando i vecchi borghi di Pognana, conduce prima alla chiesa SS. Trinità e poi alla chiesa di San Rocco. Continua

lago como pognana chiesa trinita 2 mp-2

6 - Borgo di Rogaro (Tremezzina) 

Infinito Lago di Como, per la precisione è il turno della splendida Tremezzina dove troviamo Rogaro, un incantevole borgo in cima ad una collina da cui si gode un meraviglioso panorama del lago di Como. Spesso anche un angolo del Lario così frequentato può nascondere un tesoro come questo nucleo antico dell’abitato. Per raggiungerlo occorre parcheggiare l'auto a pochi passi sulla strada che da Tremezzo sale verso Rogaro e farsi indicare la stradina che porta al centro storico del paese -raggiungibile a piedi anche attraverso la sesta tappa della GreenWay, quella da Tremezzo a Griante - costituito da case di epoca settecentesca, riunite intorno alla chiesetta di stile barocco, dove si apre una piazzetta che ha le caratteristiche di un campiello veneziano. Continua.

rogaro lago di como mp-2

7 - Corenno Plinio (Dervio)

Corenno Plinio è una piccola località lacustre sita sulla sponda orientale del Lario a metà strada tra i comuni di Dervio e Dorio, lungo la provinciale 72. Comune autonomo fino al 1927, viene annesso a Dervio secondo quanto disposto dal Regio Decreto 11 dicembre 1927, n. 2506, passando di conseguenza al grado amministrativo di frazione. Il centro abitato sorge su un piccolo promontorio che si getta dolcemente nelle acque del lago, sormontato a est dall'imponente mole del Monte Legnone. Corenno Plinio occupa ufficialmente il 57° posto tra I Luoghi del Cuore FAI, grazie al lavoro del Comitato "Corenno nel cuore" rappresentato da Davide Vassena, già sindaco di Dervio. Continua.

corenno fai 1-2

8 - Borgo di Consonno (Città fantasma)

Un panorama surreale ma assolutamente aderente alla sua incredibile storia. Quella di una conquista d'altri tempi, quando il denaro e la vanità sembravano non avere davvvero ostacoli. Soprattutto negli anni '60, la stagione del boom economico. Di quel sogno, che per molti fu solo un incubo, oggi rimane tutta la desolazione che solo il fascino distopico di un futuro impossibile può lasciare. Eppure da questi ruderi ancora emergono tutti gli strati di umanità che hanno attraversato un luogo ancora in grado di conservare tutto il suo fascino decadente. Una storia che si può dividere in tre parti: quella prima dell'arrivo del Conte Mario Bagno; quella scritta dagli edifici arabeggianti, memoria di un lampo di lucida e pervicace follia; quella segnata dai graffiti sacri e profani di chi infine ha occupato questa città fantasma. Continua.

consonno città fantasma 4-2

9 - Borgo di Funcai (Caglio)

Nel comune di Caglio, che si raggiunge da Como salendo da Nesso o da Asso, si trova infine l’antico borgo medioevale Funcai, dove l’occhio attento del visitatore potrà scorgere sia gli antichi fregi nella zona del convento sia gli stupendi portali in serizzo lungo le vie del borgo. Ma sarà osservando i profondi passaggi a volta e l’ardita costruzione della casa torre che resterà benevolmente impressionato dalle capacità edificatorie di questi maestri costruttori che per generazioni hanno diffuso la loro arte anche in Svizzera ed in Valtellina. La storia di ogni paese si rende visibile anche attraverso le sue testimonianze artistiche, ed anche Caglio, ricco di storia e tradizioni ne custodisce nel suo territorio diverse, particolarmente importanti ed interessanti. Partendo dalla più antica cercheremo di seguire un itinerario storico lungo il cammino dei secoli fino ai nostri giorni. Del periodo medievale due sono le testimonianze più caratteristiche. Continua

caglio2-2

10 - Dasio

Ci trasferiamo sulla sponda italiana del Lago di Lugano. Per la precisione nella splendida Valsolda dove troviamo Dasio, un incantevole borgo a 600 metri d'altezza, che si incontra quando finisce la strada che conduce a questo "picccolo mondo antico" così tanto amato da Antonio Fogazzaro. Durante la dominazione spagnola il municipio, come tutti gli altri della valle, disponeva di poteri limitati dato che esigenze pratiche di vita comune avevano fatto sì che la gran parte delle funzioni pubbliche fossero gestite in comune dal consiglio generale della Valsolda. Nel 1786 Dasio entrò per un quinquennio a far parte della Provincia di Como, per poi cambiare continuamente i riferimenti amministrativi nel 1791, nel 1797 e nel 1798. Nel 1799 contò 99 anime, e fu portato definitivamente sotto Como nel 1801. Continua.

valsolda dasio foto 4 mp-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 10 migliori borghi storici del Lago di Como

QuiComo è in caricamento