Salute

“Viva!”, la settimana della rianimazione cardiopolmonare

“Viva!”, la settimana della rianimazione cardiopolmonare. Questa mattina nell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna, sono stati presentati gli incontri che verranno effettuati nelle scuole e in un centro sportivo per spiegare che praticare subito il...

SAMSUNG-8

"Viva!", la settimana della rianimazione cardiopolmonare. Questa mattina nell'Azienda Ospedaliera Sant'Anna, sono stati presentati gli incontri che verranno effettuati nelle scuole e in un centro sportivo per spiegare che praticare subito il massaggio cardiaco esterno e la defibrillazione precoce in attesa dei soccorsi contribuisce a salvare molte vite umane. In pratica verrà spiegato come bisogna comportarsi nel caso in cui una persona dovesse andare in arresto cardiaco. Con delle semplici manovre, è stato spiegato, si può salvare la vita di molte persone, anche non avendo una preparazione sanitaria specifica. Ai partecipanti che, durante le iniziative eseguiranno due minuti di rianimazione cardiopolmonare con i formatori aziendali, sarà rilasciato un attestato di "buon soccorritore". Durante questi eventi verranno mostrati video con protagonisti due grandi testimonial del calcio italiano: Giuseppe Bergomi, bandiera dell'Inter, e l'ex juventino Roberto Galia. Il problema dell'arresto cardiaco è notevole in Europa, basti pensare che la sopravvivenza, grazie alle manovre insegnate, potrebbe aumentare fino al 60%. In Europa ogni anno vengono colpite circa 400 mila persone, a Como sono 600 con un età media di 72 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Viva!”, la settimana della rianimazione cardiopolmonare

QuiComo è in caricamento