Salute

Scompenso cardiaco: l'1 ottobre il camper di Aisc al Sant’Anna

Come prenotare il controllo

Il camper di Aisc per la conoscenza dello scompenso cardiaco parte oggi da Roma e arriverà in provincia di Como, a San Fermo della Battaglia, venerdì 1 ottobre. Dalle ore 14 alle ore 17 nell’area esterna alla hall d’ingresso dell’ospedale Sant’Anna, l’ambulatorio mobile di Aisc insieme a personale medico/infermieristico di Asst Lariana, sarà a disposizione per effettuare gratuitamente visite/test preliminari per la diagnosi e la prevenzione dello scompenso cardiaco e per distribuire materiale informativo. Per evitare assembramenti e attese inutili e visto anche che i posti saranno limitati, l’accesso avverrà su prenotazione scrivendo alla mail cuore@asst-lariana.it 

“E' con particolare soddisfazione che i cardiologi in staff all'Uoc di Cardiologia-UTIC hanno aderito all'iniziativa dell'Aisc - osserva il primario Carlo Campana - L'associazione conta anche nella nostra provincia su numerosi associati che ne promuovono le iniziative, soprattutto quelle legate alla divulgazione in termini di prevenzione dello scompenso cardiaco. Il pomeriggio di venerdì si porrà questi obiettivi ed i cardiologi saranno a disposizione dei cittadini”.

Comunicato stampa Aisc Secondo i dati più recenti, 14 milioni di persone in Europa e più di 1 milione in Italia convivono oggi con lo scompenso cardiaco, patologia che registra ogni anno nuovi casi - indicativamente 20 ogni mille individui tra 65 e 69 anni - che aumentano ampiamente nella popolazione over-85. Lo scompenso cardiaco rappresenta la causa più comune di ricovero tra gli ultra 65enni e si stima che, entro il 2021, rappresenterà la terza causa di decessi in tutto il mondo. Nonostante questi dati, il livello di consapevolezza da parte della popolazione è ancora troppo basso e pertanto le campagne di informazione e sensibilizzazione rivestono un ruolo fondamentale al fine non solo di migliorare la consapevolezza delle persone che ogni giorno si trovano a fronteggiare questa patologia, ma anche per promuovere una maggiore conoscenza della stessa nella popolazione generale allo scopo di intercettare la malattia nella sua fase iniziale e migliorarne la prognosi. Per questo, Aisc - Associazione Italiana Scompensati Cardiaci, con il supporto incondizionato di AstraZeneca, promuove un programma di iniziative volte a diffondere la conoscenza dello scompenso cardiaco non sempre recepito come vera e propria patologia, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione all’attenzione ai sintomi, ad affrontare l’emergenza della malattia, ma soprattutto alla sua prevenzione, promuovendo l’adozione in via prioritaria di un corretto stile di vita e un’appropriata aderenza terapeutica. 

“È proprio in questo contesto che anche quest’anno, abbiamo voluto ripetere l’iniziativa del Punto Itinerante Aisc, rappresentato da un camper adibito ad ambulatorio con a bordo medico e infermiere con la possibilità di offrire a tutti coloro che lo desiderano una visita di controllo per identificare i fattori di rischio per lo scompenso cardiaco e la malattia renale cronica, per quest’ultima sono previsti test per la misurazione della creatinina e del Volume di Filtrazione Glomerulare (e-GFR), e per fornire materiale informativo sulla patologia - afferma Porzia De Nuzzo, presidente Aisc - anche per un’opportuna attività di prevenzione”. “L’attenzione ai sintomi, l’aderenza alla terapia, uno stile di vita corretto, l’informazione sull’evoluzione della patologia devono essere un patrimonio dei pazienti e di tutti coloro che di loro si prendono cura per evitare situazioni di emergenza e quindi di ospedalizzazione” evidenzia il professor Salvatore Di Somma, direttore del Comitato Scientifico Aisc.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scompenso cardiaco: l'1 ottobre il camper di Aisc al Sant’Anna

QuiComo è in caricamento