Salute

Perché il Sant'Anna ha preso meno finanziamenti degli altri ospedali

Nuovi finanziamenti regionali per le aziende ospedaliere: 30 milioni di euro. L'ospedale Sant'Anna, però, è quello che vedrà meno soldi di tutti. Il motivo è implicito nelle dichiarazioni con le quali l'assessore Mario Mantovani ha spiegato i...

ospedale-sant-anna-2

Nuovi finanziamenti regionali per le aziende ospedaliere: 30 milioni di euro. L'ospedale Sant'Anna, però, è quello che vedrà meno soldi di tutti. Il motivo è implicito nelle dichiarazioni con le quali l'assessore Mario Mantovani ha spiegato i parametri con i quali sono stati assegnati i finanziamenti. Dei 30 milioni di euro 'ospedale di San Fermo della Battaglia, come il Niguarda Ca' Grande di Milano, vedrà 550mila euro, la cifra più bassa tra tutte quelle assegnate (guarda l'elenco).

"La Commissione delle Tecnologie Sanitarie istituita alcuni mesi fa - ha spiegato l'assessore alla Salute Mantovani - si è occupata di fissare criteri oggettivi e modelli standard per analizzare le istanze di ciascuna Azienda Sanitaria in riferimento all'acquisizione di nuove apparecchiature e ai relativi bisogni tecnologici. Sono stati definiti parametri di riferimento, a cominciare dalla necessità di incrementare la qualità delle apparecchiature mediche, il che significa anche un maggior risparmio negli interventi di manutenzione, oltre che un evidente abbattimento dei rischi dovuti al loro malfunzionamento".

"In particolare, nell'assegnazione dei fondi - ha concluso Mantovani - abbiamo voluto valorizzare tutte le realtà ospedaliere pubbliche tenendo conto anche dei finanziamenti assegnati alle aziende in altri recenti

provvedimenti".

Elenco dei finanziamenti assegnati

- Fondazione IRCSS Tumori 1.000.000;

- Fondazione IRCSS Neurologico Besta 1.000.000;

- Fondazione IRCSS Policlinico San Matteo di Pavia 1.100.000;

- Fondazione Irccs Ca' Granda - Ospedale 750.000;

- A.O. Fondazione Macchi di Varese 1.100.000;

- A.O. S. Antonio Abate di Gallarate 1.000.000;

- A.O. Di Circolo di Busto Arsizio 900.000;

- A.O. Spedali Civili di Brescia 1.200.000;

- A.O. M. Mellino di Chiari 700.000;

- A.O. di Desenzano del Garda 1.000.000;

- A.O. Istituti Ospitalieri di Cremona 700.000;

- A.O. Ospedale Maggiore di Crema 1.200.000;

- A.O. S. Anna di Como 550.000;

- A.O. Provincia di Lecco 1.100.000;

- A.O.Papa Giovanni XXIII 750.000;

- A.O. Ospedale Treviglio-Caravaggio 700.000;

- A.O. Bolognini di Seriate 1.000.000;

- A.O. C.Poma di Mantova 1.100.000;

- A.O. L. Sacco di Milano 650.000;

- A.O. Niguarda Ca' Granda di Milano 550.000;

- A.O. Istituti Clinici di Perfezionamento 1.000.000;

- A.O. Fatebenefratelli di Milano 1.000.000;

- A.O. S. Paolo di Milano 1.100.000;

- A.O. G. Pini di Milano 1.100.000;

- A.O. S. Carlo Borromeo di Milano 900.000;

- A.O. Ospedale Civile di Legnano 1.100.000;

- A.O. G. Salvini di Garbagnate Milanese 1.000.000;

- A.O. di Circolo di Melegnano 700.000;

- A.O. di Desio e Vimercate 850.000;

- A.O. S.Gerardo dei Tintori di Monza 750.000;

- A.O. della Provincia di Lodi 700.000;

- A.O. della Provincia di Pavia 900.000;

- A.O. della Valtellina Valchiavenna 900.000
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché il Sant'Anna ha preso meno finanziamenti degli altri ospedali

QuiComo è in caricamento