Martedì, 21 Settembre 2021
Salute

Pandas, una sindrome sconosciuta: a Como la prima conferenza europea

Pandas, acronimo Pediatric autoimmune neuropsychiatric disorders associated with streptococci. Per i non anglofoni “disturbi neuropsichiatrici infantili autoimmuni associati a infezioni da streptococco”. E' una sindrome subdola perché sebbene sia...

Pandas, una sindrome sconosciuta: a Como la prima conferenza europea

Pandas, acronimo Pediatric autoimmune neuropsychiatric disorders associated with streptococci. Per i non anglofoni "disturbi neuropsichiatrici infantili autoimmuni associati a infezioni da streptococco". E' una sindrome subdola perché sebbene sia guaribile in modo relativamente semplice (basta una cura di antibiotici) spesso viene confusa dagli stessi medici specialisti con altre malattie, come la sindrome di Tourette o con la Corea di Sydenham. I sintomi? Per esempio disturbi ossessivi compulsivi, ansia, depressione, tic motori e vocali, difficoltà nella scrittura e disturbi del sonno. La Pandas colpisce i bambini. E' facile immaginare l'angoscia e l'allarmismo dei genitori che vedono il proprio figlio presentare simili sintomi. E benché la cura esista, spesso non viene eseguita. Basta dire che non è ancora ufficialmente riconosciuta, nemmeno negli Stati Uniti dove è stata scoperta negli anni Novanta dalla neuroscienziata pediatrica Susan Swedo, ricercatrice per i National Institutes of Health. Ecco il perché del calvario vissuto da Loretta Falcone, di Monza, e da suo figlio. Il loro caso sarà al centro della prima conferenza europea che si terrà proprio a Como il 26 e 27 settembre nella sede dell'università dell'Insubria a Sant'Abbondio.

La causa: un battere

Una reazione anomala scatenata da uno dei batteri più noti a chi ha figli in età scolare: lo streptococco Beta emolitico di gruppo A, nemico insidioso che può manifestarsi con una faringite o un'otite ed essere curato tempestivamente con terapia antibiotica ma che può anche restare silente. Secondo la dottoressa Swedo lo streptococco Beta emolitico provocherebbe un'infiammazione del cervello e darebbe origine, così, ai vari sintomi.

Il calvario del bimbo di Monza

Loretta Falcone, scienziata della Nasa che abita a Monza, si è imbattuta in questa malattia. Un giorno dalla scuola gli insegnanti l'hanno chiamata per dirle che suo figlio di 12 anni mostrava strani sintomi. E' stata indirizzata a una struttura sanitaria dove hanno diagnosticato al bambino un disturbo ossessivo compulsivo. la mamma, per, non ha mai accettato questa diagnosi. Possibile mai che suo figlio avesse presentato all'improvviso, senza avvisaglie, simili sintomi? loretta ha così cominciato a informarsi autonomamente. ha studiato, letto libri, contattato medici, fino a quando non ha scoperto l'esistenza della Pandas. Ha pregato i medici di analizzare un tampone farigengeo e di iniziare una cura antibiotica. Il figlio è guarito.

Loretta falcone, però, ha continuato a occuparsi della Pandas e ha deciso di portare la sua esperienza davanti all'opinione pubblica per sensibilizzare e informare la gente su questa sconosciuta sindrome. per la prima volta in Europa si svolgerà una conferenza. la sede sarà proprio Como, nella strttura universitaria di Sant'Abbondio il 26 e 27 settembre 2015 e e vedrà la partecipazione di molti esperti statunitensi, tra i quali la stessa Swedo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pandas, una sindrome sconosciuta: a Como la prima conferenza europea

QuiComo è in caricamento