Sabato, 25 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ospedale di Cantù, ancora incerto il futuro del punto nascita

Né conferme né smentite: il futuro del punto nascita dell’ospedale di Cantù si deciderà lunedì pomeriggio durante l’incontro fra i vertici dell’azienda ospedaliera e il sindaco Claudio Bizzozero. Quello che è certo al momento, è che il punto...

Né conferme né smentite: il futuro del punto nascita dell’ospedale di Cantù si deciderà lunedì pomeriggio durante l’incontro fra i vertici dell’azienda ospedaliera e il sindaco Claudio Bizzozero. Quello che è certo al momento, è che il punto nascita e il nido di Cantù, rimarranno chiusi per due mesi a partire dal 16 giugno. Durante questo periodo di tempo, sarà accorpato al Sant’Anna. Giuseppe Brazzoli, direttore sanitario dell’azienda ospedaliera Sant’Anna, ha convocato stamani all’ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù, una conferenza stampa per chiarire la posizione dell’azienda sanitaria in merito ad alcune notizie che erano già circolate durante questi giorni. Per quanto riguarda il reparto di pediatria, le attività saranno garantite. La pediatria, infatti, non è oggetto di nessun provvedimento. Naturalmente, i dubbi su una possibile riapertura del punto nascita alla fine dell’estate, permangono. Il dottor Brazzoli, infatti, dichiara apertamente: “Lunedì abbiamo appuntamento con il primo cittadino di Cantù. Mi sembrerebbe scorretto dare informazioni su una decisione che non è stata ancora presa”. Naturalmente, si dichiara massima disponibilità e collaborazione. Il punto nascita di Cantù è sotto monitoraggio già dall’anno scorso e adesso l’azienda è arrivata al termine del periodo di valutazione. Durante una riunione tecnica, si è anche deciso come organizzarsi durante questo periodo di chiusura del punto nascita. Le persone interessate, saranno avvisate personalmente, una per una. Qualora si presentasse durante il periodo di chiusura una persona che non è stata informata, l’ospedale si è attrezzato in modo da portare la persona verso il presidio maggiore, accompagnata da un ginecologo durante il trasporto. Il dottor Brazzoli tiene a precisare che la conferenza stampa di oggi non è nata come risposta estemporanea a situazioni che sono emerse in questi giorni, ma che era già stata programmata da tempo. Infine, dichiara: “Crediamo molto nel futuro di Cantù perché per noi può giocare un ruolo di primo piano, perfettamente integrato nei progetti aziendali”.

Si parla di

Video popolari

Ospedale di Cantù, ancora incerto il futuro del punto nascita

QuiComo è in caricamento