Lunedì, 20 Settembre 2021
Salute Viale Massenzio Masia, 30

Accuse di razzismo contro l'Ordine dei Medici di Como per la campagna "Isolato o vaccinato"

Telefonate, minacce di denuncia e insulti per l'iniziativa pro-vaccini

Ordine dei medici di Como nella bufera per la campagna di informazione sulle vaccinazioni. Il titolo della campagna - "Isolato o vaccinato" - ha suscitato durissime reazioni da parte per lo più del popolo no-vax che si è scatenato sui social media, a partire proprio dalla pagina Facebook dell'ordine dei medici di Como. 
Le reazioni, però, non si sono limitate al web: mail e telefonate sono giunte all'Ordine da parte di persone infervorate per non dire inferocite. Gli insulti e le minacce di adire le vie legali non si contano. L'accusa più grave è quella di razzismo o discriminazione nei confronti dei bambini che non si vaccinano. In questo modo molti hanno interpretato il titolo della campagna pro-vaccini presentata nei giorni scorsi.

Il presidente dell'Ordine dei Medici di Como, Gianluigi Spata, rispedisce tutte le accuse al mittente, anzi, alle centinaia di mittenti che nelle ultime ore stanno sfogando la loro rabbia sui social: "Non c'è alcuna discriminazione nella nostra campagna: noi insistiamo con il dire che vaccinarsi è un atto di responsabilità non solo verso se stessi o i propri bambini, ma anche verso tutta la collettività. Il razzismo è un'altra cosa e questi insulti non meritano neanche di essere commentati".
Ma certo le reazioni suscitate dalla campagna "Isolato o vaccinato" sono andate ben oltre a quanto potevano aspettarsi gli organizzatori, sebbene in passato abbiano già avuto modo di confrontarsi con dure critiche e accuse: "Non è la prima volta che veniamo attacati per la nostra attività di informazione, è già accaduto in occasione di convegni sui vaccini, ma ora si sta passando il segno. Chi ha avuto queste reazioni forse non si è ben documentato sull'argomento vaccinazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accuse di razzismo contro l'Ordine dei Medici di Como per la campagna "Isolato o vaccinato"

QuiComo è in caricamento