Salute

Favole in pediatria: così sorridono i bambini ricoverati al Sant'Anna

“Le favole dell’attesa”, il libro che contiene 23 storie illustrate per bambini dai 3 ai 16 anni, è stato consegnato questa mattina in 20 copie al reparto di Pediatria dell’ospedale Sant’ Anna di San Fermo della Battaglia. Il libro è stato...

Le-Favole-Della-Attesa-SantAnna

"Le favole dell'attesa", il libro che contiene 23 storie illustrate per bambini dai 3 ai 16 anni, è stato consegnato questa mattina in 20 copie al reparto di Pediatria dell'ospedale Sant' Anna di San Fermo della Battaglia. Il libro è stato regalato dalla curatrice, la giornalista del quotidiano La Repubblica Cristina Zagaria, a tutti i bambini in cura nel reparto di Pediatria gestito dal primario Riccardo Longhi che si è mostrato entusiasta e grato della bella iniziativa. Presente all'incontro anche il primario della Pediatria di Cantù Alfredo Caminiti che ha ricevuto alcune copie del libro. L'ospedale Sant'Anna di Como ha aderito a questa iniziativa insieme all'ospedale Santobono e il Pausillipon di Napoli, l'ospedale Carlo Poma di Mantova e il Policlinico di Bari.

Il libro è stato pensato per essere a disposizione dei piccoli pazienti che potranno trovarlo nei reparti di degenza pediatrici, nei pronto soccorso pediatrici, nelle scuole ospedaliere e nell'ambulatorio di Terapia Intensiva Neonatale e in quello di neuropsichiatria infantile.

Si tratta di 23 storie illustrate scritti da importanti autori per l'infanzia che rientrano nel progetto "Segui il cuore" (#seguilcuore), nato da un'idea di Vincenzo Federico che in una sala d'attesa prima di sottoporsi alla chemioterapia espresse il desiderio di poter avere dei libri in ospedale che tenessero compagnia al paziente per aiutarli ad affrontare la malattia con ottimismo. Da questo sogno nel 2013 è nato il libro "Racconti in sala d'attesa", 12 racconti donati a oltre 60 ospedali in Italia. "Le favole dell'attesa" sono state il proseguimento di questo progetto.

"La nostra sfida e il nostro atto d'amore - spiegano gli autori - sarà portare le Favole in tutti gli ospedali in un lungo e instancabile tour, grazie all'aiuto di medici, direttori sanitari, infermieri, addetti alle relazioni esterne, genitori e associazioni. Ma non solo. Questo progetto nasce anche per portare la lettura e i libri dove c'è tempo per leggere: scuole, asili, ludoteche, supermercati, tutte le sale d'attesa per chi parte e chi arriva, le stazioni, gli aeroporti e in ogni posto dove c'è un bambini e dove c'è lo spazio per sedersi, aprire un libro e iniziare un'avventura che porti lontano, per poi tornare nel proprio presente un po' più forti e meno soli". Gli autori del libro hanno donato i racconti e le immagini. L'editore Caracò investirà il ricavato della vendita di ogni copia nella pubblicazione di nuovi volumi da distribuire gratuitamente negli ospedali.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favole in pediatria: così sorridono i bambini ricoverati al Sant'Anna

QuiComo è in caricamento