Salute

Dislessia, tre studenti su tre non arrivano al diploma: il Centro Vela offre un aiuto

In questo momento di particolare attenzione da parte delle Istituzioni riguardo alla dispersione scolastica, l'Ufficio Scolastico della Lombardia evidenzia un triste dato: uno studente su tre della scuola superiore non arriva al diploma. Questa...

In questo momento di particolare attenzione da parte delle Istituzioni riguardo alla dispersione scolastica, l'Ufficio Scolastico della Lombardia evidenzia un triste dato: uno studente su tre della scuola superiore non arriva al diploma. Questa situazione deve essere considerata in tutta la sua gravità, in quanto è certo che chi abbandona precocemente la scuola è a maggior rischio di sviluppare comportamenti devianti o quadri psicopatologici.

Negli ultimi anni molto si sta facendo nel territorio comasco per fronteggiare questa vera e propria "piaga", attraverso costruzione di progetti e tavoli tecnici di lavoro, mirati proprio ad analizzare e affrontare le cause alla base del problema, di cui Centro Vela è da sempre parte attiva a fianco delle Agenzie del territorio (ATS Insubria, ASST-Lariana, Fondazione Comasca, per citarne alcuni).

In questo contesto si inserisce Vela, che è in campo fin dalla sua apertura nel 2009; la struttura nasce dal desiderio di due mamme con figli dislessici di condividere la loro esperienza e sofferenza con altri genitori. Vela è diventata, passo dopo passo, un importante Centro di riferimento sulla provincia con un'affluenza annuale di centinaia di bambini e famiglie, ottenendo l'accreditamento da Sanità di Regione Lombardia. La difficile, ma non impossibile,"missione" di Vela è quella di garantire le stesse opportunità di apprendimento a ciascun bambino/ragazzo che presenti disturbi o difficoltà: dalla dislessia all'autismo, passando per le debolezze cognitive, i disturbi di linguaggio, i problemi attentivi ed emotivi, tutte problematiche di cui Vela si occupa, garantendo diagnosi tempestive e una presa in carico globale della persona.

Il Centro sostiene, inoltre, i bambini e i ragazzi anche con un doposcuola mirato a supportare le fragilità didattiche attraverso un metodo di studio idoneo a ogni stile di apprendimento e nel rispetto della Legge 170/2010.

A ogni bambino/ragazzo viene rivolta una particolare attenzione e garantito il rispetto delle sue peculiarità e viene offerto un luogo di accoglienza e di ascolto ai suoi genitori. È attivo inoltre un servizio di sportello informativo GRATUITO per famiglie e scuole, con le quali Vela mantiene collaborazioni attive sia in ambito clinico che didattico (screening, formazione insegnanti, potenziamento ecc.). Vela mantiene inoltre collaborazioni con le Università a scopo di ricerca; con l'ASST-Lariana (Ospedale Sant'Anna) e con alcune associazioni del territorio.

Il pensiero motore che sottende tutte le nostre attività quotidiane si racchiude nella frase: "da un problema può, e deve, nascere un'opportunità", con l'obiettivo di accogliere i bambini e le loro famiglie accompagnandole in un percorso di risalita verso il benessere, considerato a 360 gradi, senza dimenticare il valore di ognuno come persona e il diritto alla salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dislessia, tre studenti su tre non arrivano al diploma: il Centro Vela offre un aiuto

QuiComo è in caricamento