Giovedì, 29 Luglio 2021
Salute

Concerti, testimonianze e punti informativi: così Como si mobilita contro l'Aids

Un hashtag - #interrompilatrasmissione - e un evento, organizzato all’Ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia, per puntare ancora una volta i riflettori sulla lotta e la prevenzione contro la diffusione del virus dell’Hiv. Sono 43 i nuovi...

Conf-Stampa-SantAnna-1

Un hashtag - #interrompilatrasmissione - e un evento, organizzato all'Ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia, per puntare ancora una volta i riflettori sulla lotta e la prevenzione contro la diffusione del virus dell'Hiv. Sono 43 i nuovi pazienti sieropositivi nel 2014 seguiti dall'ospedale Sant'Anna. "Il nostro reparto - ha spiegato Domenico Santoro, primario del reparto di Malattie Infettive - ha in cura, a oggi, 740 sieropositivi, il 58% dei quali ha contratto il virus dell'Hiv a seguito di rapporti sessuali non protetti".

L'evento in programma per 1° dicembre (Giornata Mondiale Contro l'Aids) è stato organizzato dal Sant'Anna e dall'Asl di Como insieme a Lila Como e con il supporto di Oltre il Teatro, del cantante comasco Simone Tommasini e con il patrocinio del Coni.

La mattina dalle 9.30 alle 12.30 ci sarà un momento informativo nella hall (piano 0 blu) con gli specialisti di malattie infettive e dei centri MTS dell'Azienda Ospedaliera e dell'Asl e la presenza dei volontari della Lila, mentre nel pomeriggio, a partire dalle 15 (spazio eventi, piano -1), saranno lette dagli attori di Oltre il Teatro alcune testimonianze anonime di persone sieropositive o malate di Aids. La giornata si concluderà con il concerto del cantante comasco Simone Tomassini.

Come hanno messo in evidenzia gli esperti, spesso la presenza del virus dell'Hiv è associata ad altre patologie trasmissibili sessualmente quali l'epatite B e C o la sifilide.

A Como i Centri MTS (Malattie Trasmissibili Sessualmente) rappresentano punti di riferimento per la cittadinanza. "Il nostro MTS ospedaliero di via Napoleona a Como - ha aggiunto la responsabile Amelia Locatelli - ha seguito nel 2014 oltre 500 pazienti con alcune delle più frequenti infezioni batteriche a trasmissione sessuale come la clamidia, la gonorrea e la sifilide. A queste si aggiunge il papilloma virus, sempre più diffuso, che quest'anno ha portato al nostro centro 75 nuovi pazienti".

A Como i casi di sifilide e di gonorrea solo nel mese di settembre e ottobre 2014 sono stati 6. I pazienti hanno un' età compresa tra i 30 e i 35 anni. Il Centro MTS ospedaliero di Como segue principalmente persone di sesso maschile con un'età media tra i 35 e i 40 anni ma sono in aumenti i giovani che vanno dai 18 ai 21 anni. Nel Centro MTS possono essere eseguiti degli esami diagnostici in forma del tutto anonima: si può telefonare al numero 031.585.5385 dal lunedì al venerdì dalle 11.30 alle 14.30.

Presenti questa mattina (26 novembre 2014) in conferenza stampa per illustrare l'iniziativa oltre a Santoro anche Amelia Locatelli, responsabile del Centro MTS (Malattie Trasmissibili Sessualmente), il direttore sanitario dell'Asl Carlo Alberto Tersalvi, Annalisa Donadini, responsabile UOC Servizio Igiene e Sanità Pubblica e Prevenzione negli Ambienti di Vita dell'Asl, Giusy Giupponi della Lila e il cantante comasco Simone Tomassini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerti, testimonianze e punti informativi: così Como si mobilita contro l'Aids

QuiComo è in caricamento