Lunedì, 20 Settembre 2021
Salute

Bimba sta male ma al Sant'Anna la mettono in attesa. Ricoverata al Valduce

In attesa finché la donna delle pulizie non ha finito di pulire. E' accaduto ieri al pronto soccorso pediatrico dell'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia. Un'attesa di pochi minuti che ha, però, fatto andare su tutte le furie...

ospedale-sant-anna-pronto-soccorso-2

In attesa finché la donna delle pulizie non ha finito di pulire. E' accaduto ieri al pronto soccorso pediatrico dell'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia. Un'attesa di pochi minuti che ha, però, fatto andare su tutte le furie i preoccupatissimi genitori di una bimba di 6 anni i cui piedi erano diventati violacei. La signora S. P., madre della bambina, ha raccontato di avere portato al pronto soccorso la figlia intorno alle 14.30 ma di essersi vista negare momentaneamente l'accesso a causa delle pulizie in corso. Ne è nata una lite con il personale dell'ospedale in servizio in quel momento. Madre e padre hanno chiamato i carabinieri e hanno fatto presente l'accaduto. "Poi spaventati per le condizioni di nostra figlia - racconta la donna - abbiamo deciso di portarla al Valduce dove è stata subito visitata e addirittura ricoverata per una vasculite. Quanto ci è successo ha dell'incredibile ed è inaccettabile".

L'ospedale Sant'Anna attraverso una nota stampa ha replicato dando la propria versione e spiegazione dei fatti: "Ieri, alle 14,30 circa, si sono presentati in pronto soccorso pediatrico due genitori con la figlia, mentre erano in corso le pulizie della sala triage e quella di attesa. Per tale ragione ai genitori e ai bimbi presenti è stato chiesto di spostarsi, per qualche minuto, nella sala di attesa per pazienti adulti. L'invito è stato anche rivolto ai due genitori e alla bimba appena arrivati. Dal momento, però, che la coppia sosteneva che la bimba presentasse "i piedi blu ", l'infermiera di triage ha effettuato un primo controllo, individuando, sui piedi, piccoli segni rossastri. Non ritenendo che esistessero caratteri di urgenza e tanto meno di emergenza - spiegano dall'ospedale Sant'Anna - l'infermiera ha rinnovato l'invito a recarsi nella stanza adiacente per il tempo strettamente necessario all'asciugatura dei pavimenti, rassicurandoli che non vi era nessuna situazione di urgenza. A questo punto la coppia ha cominciato a inveire violentemente contro il personale e l'ospedale e ha abbandonato il pronto soccorso. In questo modo non è stato possibile effettuare il triage vero e proprio e avviare gli accertamenti necessari".

La bambina, ad ogni modo, è stata poi effettivamente ricoverata e dovrà restare qualche giorno in cura al Valduce: "Quindi non mi vengano a dire che non aveva nulla - aggiunge la mamma -. Ovviamente io e mio marito ci siamo molto preoccupati anche perché nostra figlia ha da sempre un problema alla valvola mitrale".

L'ospedale Sant'Anna, però, afferma che la bambina è stata controllata dall'infermiera del triage e che non presentava nessun segno di urgenza: "Il nostro personale accoglie, visita e cura migliaia di bambini e ragazzi ogni anno. Sappiamo che quando un bambino ha un problema di salute entrano in gioco ansia e preoccupazione, ma in questo caso non c'era alcuna urgenza, i nostri addetti stavano provvedendo a tenere puliti i locali dove si accomodano mamme, papà e bambini ed è stata fatta una richiesta a tutti i presenti che non comportava nessun disagio, visto che si trattava di spostarsi solo di un paio di metri dal pronto soccorso pediatrico e per un paio di minuti. In ogni caso, il primario della Pediatria, professor Riccardo Longhi, è disponibile a incontrare i genitori della bimba qualora lo volessero".

I genitori della bambina hanno spiegato di avere intenzione di "segnalare l'accaduto a chi di dovere affinché si verifichi se quanto ci è capitato è una cosa normale, come hanno detto dall'ospedale, o se invece abbiamo ragione noi a essere indignati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba sta male ma al Sant'Anna la mettono in attesa. Ricoverata al Valduce

QuiComo è in caricamento