Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Como convegno sull'autismo: famiglie sole, diagnosi in ritardo, carenza di fondi

Questa mattina in una gremita sala convegni nel palazzo della Regione in via Einaudi a Como è stato presentato “Autismo-Il welfare che vorrei”, convegno organizzato dal gruppo consiliare del Pd della Lombardia. Presenti a questa iniziativa...

Questa mattina in una gremita sala convegni nel palazzo della Regione in via Einaudi a Como è stato presentato “Autismo-Il welfare che vorrei”, convegno organizzato dal gruppo consiliare del Pd della Lombardia. Presenti a questa iniziativa Federico Balzola, gastroepatologo a Torino, Massimo Molteni, neuropsichiatra alla Nostra Famiglia di Bosisio, Paolo Moderato, professore ordinario di psicologia e presidente dell’Istituto europeo per lo studio del comportamento, oltre a esponenti della giunta municipale (Bruno Magatti assessore comunale all’ambiente, Silvia Magni vice sindaco di Como) anche Luca Gaffuri capogruppo del PD in consiglio regionale.

Si sono sollevate le principali problematiche che riscontrano ancora, al giorno d’oggi, i disabili: la solitudine e talvolta la disperazione delle famiglie alle prese con il pesante carico di cure spesso richiedono anche un onere finanziario non indifferente, la carenza di personale adeguatamente formato, la mancanza di orientamento, coinvolgimento e sostegno per i familiari dei ragazzi autistici. Nell’occasione è stato anche posto l’accento sulla carenza di centri per il trattamento e l’uso di metodologie validate scientificamente a livello internazionale di tipo cognitivo comportamentale e molto altro ancora.
Si parla di

Video popolari

A Como convegno sull'autismo: famiglie sole, diagnosi in ritardo, carenza di fondi

QuiComo è in caricamento