40 nuovi medici festeggiati dall'Ordine

Al via mercoledì 27 ottobre in Biblioteca Como in Salute

I nuovi 40 medici di Como

In occasione dell'assemblea annuale dell'Ordine dei Medici e Odontoiatri di Como - che si è svolta ieri sera 25 marzo presso la sede di Cometa - 40 giovani neo-abilitati e neo iscritti all'Ordine dei Medici di Como hanno partecipato alla cerimonia del Giuramento Professionale. Alla cerimonia era presente anche il Sindaco di Como Mario Landriscina che ha portato un saluto da parte della città.

Prende il via la seconda edizione di Como “in Salute”, la rassegna di incontri di informazione sanitaria rivolti alla popolazione comasca, organizzati dall’Ordine dei Medici  Chirurghi e Odontoiatri di Como e dal Comune di Como, in chiave divulgativa e inerenti il benessere, gli stili di vita e le più frequenti problematiche relative alla salute. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il primo incontro, “Le cadute e i traumi”, si terrà mercoledì 27 marzo alle 17 presso la Biblioteca comunale di Como. Interverranno dr. Silvio Bellocchi (neurochirurgo), dr. Simone Sangiorgi (neurochirurgo), dr. Vincenzo Zottola (ortopedico), dr.ssa Albina Foti, (ortopedico) e dr. Franco Molteni (fisiatra). Modera dr. Gianluigi Spata (medico di famiglia).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Tatiana Ortelli, la ragazza morta nell'incidente in via per Cernobbio

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • Auto cade nel lago: morta una ragazza in via per Cernobbio

  • Il racconto di una delle giovani vittime e la scoperta del night con prostituzione "di lusso"

  • Incidente via per Cernobbio, arrestato il ragazzo alla guida per reato stradale: aveva bevuto troppo

Torna su
QuiComo è in caricamento