Politica

Ticosa, i dubbi di Lucini: "Prima leggiamo bene la sentenza del Tar"

Non è convinto Mario Lucini, capogruppo del PD in consiglio comunale e presidente della commissione urbanistica a Palazzo Cernezzi. La sentenza del Tar, annunciata con nota stampa del Comune di Como nella giornata di oggi, suscità perplessità...

mario-lucini-primarie

Non è convinto Mario Lucini, capogruppo del PD in consiglio comunale e presidente della commissione urbanistica a Palazzo Cernezzi. La sentenza del Tar, annunciata con nota stampa del Comune di Como nella giornata di oggi, suscità perplessità: "Dobbiamo leggere bene la sentenza perché rispetto a quanto comunicato dall'ufficio stampa del Comune ci sono alcuni aspetti che mi lasciano perplesso. Innanzitutto, se sono stati annullati dal Tar due emendamenti siamo sicuri che non bisogna rivotare l'adozione del Pii senza quei due emendamenti? Inoltre, mi sembra che la sentenza del Tar non risolve il problema Ticosa, visto che non sappiamo cosa intende fare Multi. Farà ricorso al Consiglio di Stato? Tenterà di sfilarsi in qualche altro modo dal progetto?".

"Ci sono davvero ancora troppe cose da chiarire. Per quanto ci riguarda il nostro giudizio sul progetto resta nel complesso negativo, anche se qualche pregio lo ha, come l'aumento dei posti auto e la ricucitura del quartiere ex Ticosa con via Milano alta grazie allo spostamento di via Grandi. Il progetto non dedica abbastanza spazi al verde e al pubblico e ha un impatto nettamente negativo sul contesto paesaggistico per dimensioni e progetto architettonico".

Ricordiamo che i due emendamenti annullati, il 3 il 14, erano stati rispettivamente presentati da Dario Valli (Area 2010) e Claudio Corengia (Pdl). Il primo poneva un tetto massimo di spesa che il Comune poteva accollarsi per i lavori di spostamento della strada (via Grandi). Il secondo chiedeva che ogni modifica apportata al progetto in sede di realizzazione edilizia dovesse passare dal consiglio comunale per essere approvata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ticosa, i dubbi di Lucini: "Prima leggiamo bene la sentenza del Tar"

QuiComo è in caricamento