Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Testamento biologico, via alla discussione in consiglio

Un "registro dei testamenti biologici e delle volontà anticipate di fine vita" per i cittadini residenti nel Comune di Como. E' la proposta contenuta nella mozione presentata ieri sera dal consigliere di Movimento 5 Stelle, Luca Ceruti (nella...

Un "registro dei testamenti biologici e delle volontà anticipate di fine vita" per i cittadini residenti nel Comune di Como. E' la proposta contenuta nella mozione presentata ieri sera dal consigliere di Movimento 5 Stelle, Luca Ceruti (nella foto) in consiglio comunale a Palazzo Cernezzi. Il dibattito sul testamento biologico è solo agli inizi. Dopo la presentazione e la spiegazione del contenuto della mozione di Ceruti e dopo un primo intervento di Alessandro Rapinese (Adesso Como) la seduta è stata sospesa e riprenderà lunedì prossimo quando il dibattito entrerà nel vivo. La mozione di Ceruti impegna il sindaco e la giunta di Como "a porre in essere tutti gli adempimenti necessari all'istituzione di un registro dei testamenti biologici e delle volontà anticipate di fine vita, istituendo un apposito servizio di registrazione e conservazione di tali atti, tale registro è riservato ai cittadini residenti nel comune di Como".

Per concretizzare questa proposta a Como il movimento di Beppe Grillo propone anche "la creazione e la approvazione di un regolamento che determini le modalità di tenuta di tale registro le cui registrazioni dovranno essere numerate in maniera progressiva e ai fini disposti dalla legge e che dovrà indicare univocamente i depositari di ogni atto". Nell'idea di M5S l'iscrizione a tale registro dovrà essere gratuita. resta da vedere come si svolgerà il dibattito e quali saranno le posizioni dei vari gruppi consiliari.

"Quello che penso - ha detto Rapinese nel suo intervento - è che la fede e le convinzioni di ognuno di noi sul tema della morte non dovrebbero impedire a chi la pensa diversamente da noi di poter dare disposizioni sulle ultime volontà sui trattamenti sanitari di fine vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testamento biologico, via alla discussione in consiglio

QuiComo è in caricamento