Politica

Tasse, approvate a Como la Tasi e l'Imu

Il consiglio comunale di Como ha approvato le aliquote definitive di Tasi e Imu con i voti favorevoli della maggioranza e contrari della minoranza. La Tasi è stata fissata al 3,3 per mille. Per gli immobili invenduti, di proprietà di imprese...

cartello-comune-como

Il consiglio comunale di Como ha approvato le aliquote definitive di Tasi e Imu con i voti favorevoli della maggioranza e contrari della minoranza. La Tasi è stata fissata al 3,3 per mille. Per gli immobili invenduti, di proprietà di imprese edilizie o società immobiliari è stata invece stabilita l'aliquota di 1,5 per mille. Approvata anche l'Imu che, come è noto, è prevista solo per le seconde case e tipologie di immobili destinati non a prima casa. L'Imu è fissata a 9,6 per mille, eccetto che per immobili di supermercati con superficie di vendita di oltre 1.500 metri quadrati e immobili di istituti bancari: prima non era prevista l'Imu per questa tipologia di immobili, ora sarà applicata l'aliquota del 10,6 per mille.

La Tasi per gli immobili invenduti è stata approvata su proposta di Paco-Sel, mentre l'Imu per immobili di supermercati e banche è stata approvata su proposta di Marco Butti (Gruppo misto - Fratelli d'Italia). Con l'approvazione di queste due proposte si calcola un provento per le casse comunali tale da consentire l'innalzamento della soglia di esenzione dall'Irpef che sarà portata a 15mila euro di reddito. Inizialmente la giunta del sindaco Mario Lucini aveva previsto l'esenzione fino a un massimo di 13mila euro. La discussione della delibera sulle aliquote Irpef è iniziata ieri (17 luglio). Il voto è previsto in una delle quattro sedute di settimana prossima. Poi inizierà la discussione sul bilancio di previsione 2014.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasse, approvate a Como la Tasi e l'Imu

QuiComo è in caricamento