Politica

Tares a Como, raddoppia per ristoranti e pub: + 117%

La revisione delle tariffe Tares (imposta sui rifiuti) che il Comune di Como deve approvare d'urgenza riserva una brutta sorpresa per alcune categorie di attività commerciali. Infatti, mentre per le utenze domestiche l'aumento annuo è di soli...

rifiuti-via-odescalchi-2

La revisione delle tariffe Tares (imposta sui rifiuti) che il Comune di Como deve approvare d'urgenza riserva una brutta sorpresa per alcune categorie di attività commerciali. Infatti, mentre per le utenze domestiche l'aumento annuo è di soli pochi euro(dai 3 euro per un nucleo monofamigliare fino a 14 euro per una famiglia di sei persone) per ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub, birrerie, mense e hamburgherie l'aumento è di oltre il doppio, per la precisione del + 117,64%. Aumento considerevole anche per bar negozi di ortofrutta, pe,scherie, fiorista e pizzerie d'asporto: + 80,87%. Per caffetterie e pasticcerie l'aumento è del 67,77%.

Il Comune di Como ha dovuto provvedere d'urgenza a rivedere le tariffe già approvate a luglio a causa di un errore che l'ex assessore al Bilancio, Giulia Pusterla, ha motivato con un problema del software utilizzato dalla società che lo ha fornito e che si occupa del calcolo delle tariffe Tares.

Secondo la nuova normativa un Comune deve coprire interamente il costo del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti attraverso la Tares. Il costo per l'anno 2013 è di 12,5 milioni, ma il calcolo delle tariffe Tares approvate a luglio, si è scoperto pochi giorni fa, copre solo circa 11,5 milioni. Per questo motivo l'amministrazione comunale ha dovuto provvedere a un "aggiustamento" per recuperare quel milione di euro mancante. Tale "aggiustamento" si ripercuote soprattutto su un aumento dell'imposta Tares per gli esercizi commerciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tares a Como, raddoppia per ristoranti e pub: + 117%

QuiComo è in caricamento