Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Tagli ai comuni. L'amarezza di Lucini su Fb: “Avrò capito bene?”

Tagli, trasferimenti ridotti, bilanci lacrime e sangue. Anno nero per le amministrazioni comunali, quella di Como compresa. Così ogni novità e ogni conferma in arrivo dallo Stato, a proposito di una cinghia che va stretta sempre più, diventano un...

Tagli, trasferimenti ridotti, bilanci lacrime e sangue. Anno nero per le amministrazioni comunali, quella di Como compresa. Così ogni novità e ogni conferma in arrivo dallo Stato, a proposito di una cinghia che va stretta sempre più, diventano un boccone amaro da digerire. E' successo che l'otto agosto il ministero dell'interno abbia diramato questo comunicato:

E' in corso di perfezionamento il decreto ministeriale riguardante il contributo dei comuni alla finanza pubblica di 375,6 MILIONI DI EURO, per l'anno 2014, previsto dai commi 9 e 10 dell'articolo 47 del decreto legge n. 66 del 2014. I dati relativi ad ogni singolo comune sono consultabili nell'elenco allegato". Gli importi ed i criteri sono stati approvati nella Conferenza Stato-città ed autonomie locale nella seduta del 5 agosto 2014".

Il comunicato del Ministero dell'Interno

Di fatto si tratta del taglio del 5% ai contratti di fornitura che i comuni devono effettuare, come si evince dalla nota, per contribuire alla finanza pubblica. Una cosa già prevista e annunciata e, dunque, solo confermata con il comunicato dei giorni scorsi. Per Como la cifra prevista è di 841.538,64 euro.

tagli-como-def Il contributo comasco alla finanza pubblica

Il sindaco dopo

un difficilissimo percorso di approvazione del bilancio (le maratone notturne: 1 e 2) deve aver pensato per un istante che si trattasse di nuove disposizioni. Così su facebook ieri sera ha pubblicato il comunicato e chiosato con un amaro: "Avrò capito bene?". Poi, dopo una serie di commenti dei suoi follower, ha subito spiegato: "Avevo capito bene. Comunque, se non altro, questo taglio era già stato considerato nel nostro bilancio".

lucini-facebook La pagina Facebook del sindaco Lucini

Insomma, niente nuovi esborsi, niente tagli da aggiungere in corsa. "Avendo già conteggiato quella cifra - dice oggi Lucini - di fatto non si sposta nulla rispetto alle previsioni. E' comunque una decisione che va sommarsi alla situazione di riduzione di trasferimenti e tagli". La situazione di bilancio per Como è tutt'altro che serena. "Ricordo - conclude Lucini - che nel 2011 il comune riceveva 20 milioni di euro in trasferimenti statali. Quest'anno ne ha dovuti dare 7. La differenza, dunque, è di 27 milioni in negativo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli ai comuni. L'amarezza di Lucini su Fb: “Avrò capito bene?”

QuiComo è in caricamento