Mercoledì, 16 Giugno 2021

Stefania Craxi a Como per promuovere il presidenzialismo

Allo Yacht Club di Como si è parlato di "presidenzialismo" con Stefania Craxi, presidente dei “Riformisti italiani” e promotrice del comitato “Scegliamoci la Repubblica”. Giovedì al convegno dal titolo “Presidenzialismo: strada per la modernità”...

Allo Yacht Club di Como si è parlato di "presidenzialismo" con Stefania Craxi, presidente dei “Riformisti italiani” e promotrice del comitato “Scegliamoci la Repubblica”. Giovedì al convegno dal titolo “Presidenzialismo: strada per la modernità” hanno partecipato Federica Simone, responsabile del comitato comasco Riformisti italiani, il costituzionalista Giovanni Guzzetta, l’imprenditore Romano Perissinotto, Marco Tizzoni, consigliere regionale della Lombardia e Nicola Carnovale, coordinatore della segreteria nazionale dei Riformisti italiani. “Abbiamo depositato in tutti i comuni, quindi anche in quello di Como, il modulo per firmare questa che è una proposta di legge di iniziativa popolare – ha commentato Stefania Craxi – Chiediamo che in questo Paese si dia vita a un sistema presidenziale”. La sua idea è di fornire al Paese un sistema di governo certo, efficiente, responsabile e veloce per poter uscire al più presto dalla crisi.

“Occorre un vero e proprio shock costituzionale e istituzionale per uscire dalla crisi - ha spiegato – La Costituzione non può essere un totem”. La ricetta ipotizzata è di passare al più presto al sistema presidenziale e adeguare il sistema istituzionale italiano a un mondo che è cambiato. Durante l’intervista a Stefania Craxi non si è però parlato soltanto di politica ma si è lasciato spazio anche a qualche ricordo. La Craxi ha ricordato che il nonno è stato il primo prefetto della liberazione a Como e che il padre, Bettino, ha mosso i primi passi nei corridoi della prefettura di Como. Infine, ha confidato: “Ho abitato per tre anni e mezzo ad Anzano del Parco, sono stati i più belli della mia vita”.

Si parla di

Video popolari

Stefania Craxi a Como per promuovere il presidenzialismo

QuiComo è in caricamento