menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area ex Zoo nel mirino per lo spaccio di droga (immagine di repertorio)

L'area ex Zoo nel mirino per lo spaccio di droga (immagine di repertorio)

Giardini ex Zoo: contro lo spaccio siepe tagliata e nuovi lampioni

Lavori del Comune in via Sant'Elia per aumentare la sicurezza

Dopo le polemiche e le annose richieste dei cittadini in seguito ai numerosi episodi di spaccio di droga, il comune di Como ha avviato un intervento ai giardini dell'ex zoo di via Sant'Elia per aumentare la sicurezza.
A seguito di diversi tavoli di confronto riuniti dal mese di agosto sul tema dei giardini nell'area del parcheggio, l'Amministrazione ha trovato un accordo con la società concessionaria, Best in Parking, sugli interventi da realizzare.

I lavori

Da venerdì 24 novembre 2017 inizieranno i lavori sull'illuminazione pubblica all'interno dell'area, in particolare sulla collinetta, e per l'installazione di un'ulteriore telecamera collegata con il comando della Polizia locale.
La prossima settimana inizierà la sistemazione del verde con l'eliminazione della siepe perimetrale e dei due cespugli che nell'insieme hanno determinato le note difficoltà di controllo dell'area.
Infine sarà potata anche la siepe intorno al roseto portandola alla stessa altezza, per rendere il tutto più ordinato e controllabile.
L'esasperazione dei cittadini aveva portato nelle scorse settimane un privato proprio a tagliare la siepe che nascondeva gli spacciatori.

Il vicesindaco

«Era doveroso intervenire dopo anni di tangibile mancanza di interesse da parte della precedente amministrazione - commenta il vicesindaco Alessandra Locatelli - Il nostro impegno proseguirà con il monitoraggio di quel contesto tenendo conto del bisogno di maggior controllo».
Nei mesi scorsi il PD aveva anche presentato una mozione per chiedere più illuminazione e interventi per rendere più sicura l'area.

I precedenti

I giardini di via Sant'Elia sono da anni nel mirino delle forze dell'ordine e dei residenti perchè teatro di spaccio di droga, soprattutto per minorenni. Nello scorso mese di settembre due episodi in particolare erano balzati agli onori delle cronache: uno coinvolgeva due fidanzatini spacciatori di 17 anni, l'altro che invece accertava l'acquisto di droga da parte di minorenni, tra cui anche un 12enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

social

I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento