Politica

Slitta la fiducia a Iantorno: annullato il consiglio. Si punta a Lucini

La minoranza consiliare di Palazzo Cernezzi ha ritirato la mozione di sfiducia all'assessore Marcello Iantorno. O meglio, ha ritirato la cosiddetta "urgenza" apposta alla mozione. Pertanto il consiglio comunale di questa sera (lunedì 6 giugno) è...

giunta-lucini

La minoranza consiliare di Palazzo Cernezzi ha ritirato la mozione di sfiducia all'assessore Marcello Iantorno. O meglio, ha ritirato la cosiddetta "urgenza" apposta alla mozione. Pertanto il consiglio comunale di questa sera (lunedì 6 giugno) è stato annullato poiché, ha spiegato il presidente del consiglio comunale Stefano Legnani, "non ci sono abbastabnza argomenti all'ordine del giorno da giustificare una seduta consiliare". Insomma, inutile riunire il consiglio comunale se non c'è niente di corposo su cui discutere. Bisogna aspettare che si accumulino diversi argomenti così da giustificare i costi (circa 5mila euro) di una seduta del consiglio comunale.

Il perché la minoranza, dopo tanto rumore, abbia deciso di procrastinare il dibattito sulla sfiducia all'assessore al Patrimonio Iantorno, è presto detto: la pesca punta al pesce grosso, cioè il sindaco Mario Lucini. Ed è per questo molto probabile che il consiglio comunale non riunirà nemmeno lunedì 13 giugno (altra data programmata) poiché per discutere la mozione di sfiducia al sindaco serve aspettare, come da regolamento, almeno dieci giorni (e non oltre trenta). Dunque, quale che sia la data del prossimo consiglio comunale è lecito pensare che in quella occasione si svolgerà la battaglia ingaggiata dall'opposizione (con il sostegno di qualche consigliere di maggioranza) per abbattere la giunta Lucini. Fino ad allora è probabile che l'attività politica si fermi quasi completamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slitta la fiducia a Iantorno: annullato il consiglio. Si punta a Lucini

QuiComo è in caricamento