Sicurezza, parla Molteni (Lega): "Salvini ha impedito le chiusure di presidi di polizia volute dal PD"

Il parlamentare canturino all'attacco del governo giallorosso

Polizia Locale

Il territorio, secondo Nicola Molteni, rischiava di essere penalizzato sul fronte della sicurezza a causa di alcune chiusure volute dal PD. Si tratta di centinaia di presidi di sicurezza della polizia postale, stradale, ferroviaria e di frontiera che rischiavano la soppressione. “Con Matteo Salvini al Viminale abbiamo bloccato e sospeso tutti i piani di chiusura delle specialità della Polizia di Stato programmati dai precedenti governi di sinistra".

Nicola Molteni-facebook-2-2

Sottolinea inoltre che sotto il precedente governo non ci sono stati tagli, bensì nuove aperture e potenziamenti degli uffici esistenti con 9 commissariati in più nelle 14 città metropolitane, 5 cittadelle della sicurezza e oltre a 100 milioni per investimenti in infrastrutture di sicurezza.

Continua l'ex sottosegretario all’Interno: «Col Governo gialloverde il distaccamento di Seregno noi lo abbiamo salvato, con l’attuale governo giallorosso chiude. È una scelta fortemente penalizzante per la sicurezza del territorio di cui l’attuale governo ne è l’unico colpevole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Como, litiga con la moglie e cammina per 450 chilometri per smaltire la rabbia

  • Lockdown di Natale: dal 20 dicembre al 10 gennaio tutti a casa

  • Allarme al Sant'Anna, 3 bambini colpiti dalla sindrome di Kawasaki. Forse correlazione con covid

  • Como, lo shopping ai tempi del colore arancione: c'è confusione per gli spostamenti consentiti

  • 12 regali a meno di 20 euro per far felici amici e parenti

Torna su
QuiComo è in caricamento