Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Senatore Butti indagato per un pass stampa per la Ztl di Como

Il senatore Alessio Butti, al senato fino alla scorsa legislatura, è indagato per l'utilizzo di un pass stampa. Il senatore è stato titolare del permesso numero 465 per accedere alla Ztl di Como. Quando però l'amministrazione Lucini ha modificato...

Il senatore Alessio Butti, al senato fino alla scorsa legislatura, è indagato per l'utilizzo di un pass stampa. Il senatore è stato titolare del permesso numero 465 per accedere alla Ztl di Como. Quando però l'amministrazione Lucini ha modificato le regole per il rilascio dei pass, il consigliere comunale Alessandro Rapinese (Adesso Como) ha sollevato dubbi sulla legittimità del rilascio del pass 465. Senza mai dire a chi appartenesse il permesso, Rapinese ha presentato un'interrogazione al sindaco Mario Lucini e un esposto alla Procura della Repubblica di Como affinché fossero verificati i requisiti che avevano dato luogo al rilascio del pass stampa. Qui il video del suo intervento in aula nell'aprile 2013. I dubbi di Rapinese sono nati quando ha scoperto che il senatore Butti, che aveva ottenuto il pass per la prima volta nel 2003 tramite Espansione Tv, nel 2011 aveva poi richiesto il rinnovo anche se una modifica al regolamento prevedeva l'iscrizione all'ordine dei giornalisti come requisito per il rilascio del pass stampa. Ma, come detto, Butti non era più iscritto all'ordine dal 1997.

Butti ha espresso "massima serenità": "Sono tranquillo. In quasi 30 anni di attività politica e amministrativa non sono mai stato toccato da inchieste e nemmeno da sospetti su questioni amministrative e istituzionali. Solo adesso scopro di essere indagato per questa vicenda del pass, ma sono sereno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senatore Butti indagato per un pass stampa per la Ztl di Como

QuiComo è in caricamento