Salvare la palazzina ex Fisac? Il consiglio si spacca

Grande dibattito in aula di Palazzo Cernezzi sulla palazzina ex Fisac che sorge davanti a Esselunga in via Pasquale Paoli a Como. Nell'ambito della discussione sul PGT (piano di governo del territorio) è stata affrontata un'osservazione presentata...

Grande dibattito in aula di Palazzo Cernezzi sulla palazzina ex Fisac che sorge davanti a Esselunga in via Pasquale Paoli a Como. Nell'ambito della discussione sul PGT (piano di governo del territorio) è stata affrontata un'osservazione presentata con la quale il consigliere di maggioranza Guido Rovi (PD), da privato cittadino, ha chiesto che l'amministrazione acquisisca documentazione con informazioni di natura storica riguardante l'area. Questa osservazione al PGT è stato lo spunto per un emendamento presentato da Alessandro Rapinese (Adesso Como) che ha diviso trasversalmente il consiglio comunale. Siccome la richiesta di Rovi è stata respinta dall'amministrazione comunale (che ipotizza 5 milioni di euro per ristrutturarla), l'emendamento chiedeva che venisse, invece, accolta. In maggioranza hanno votato a favore dell'emendamento di Rapinese i consiglieri di Paco-Sel, Vincenzo Sapere e Luigino Nessi (Rovi è uscito dall'aula in quanto parte in causa della discussione), mentre in minoranza hanno bocciato l'emendamento i due leghisti Diego Peverelli e Alberto Mascetti, convinti che la zona possa vedere, sia grazie al centro commerciale di Esselunga consentito dal nuovo Pgt, sia grazie all'abbattimento della palazzina Fisac, una riqualificazione e un miglioramento dei servizi.

C'è però, come detto, chi vorrebbe salvare la palazzina per il suo valore architettonico e storico. "Non è che perché adesso non abbiamo i soldi per ristrutturarla - ha commentato Rapinese - dobbiamo abbatterla. Possiamo ristrutturarla tra 50 anni. Altrimenti dovremmo abbattere anche il Politeama perché non abbiamo i soldi per rimetterlo a posto, o le scuole perché non ci sono risorse per ristrutturarle". Gli ha fatto eco Luca Ceruti di M5S: "Stiamo facendo la felicità di Esselunga che in questi anni ha aspettato solo questo, anche se in questi anni non ha rispettato tutti gli accordi precedenti, eppure la si premia".

Sull'argomento si è speso anche Sergio Gaddi (Pdl): "La richiesta di documentazione storica è qualcosa di ovvio, e non si capisce perché venga negato questo approfondimento".

Da stasera si torna a parlare di PGT discutendo nuovi emendamenti alle ossservazioni presentate al PGT. Si riprende da un altro emendamento di Rapinese che chiede di accogliere l'osservazione di Coop la quale chiede di non autorizzare il centro commerciale di Esselunga.

Si parla di

Video popolari

Salvare la palazzina ex Fisac? Il consiglio si spacca

QuiComo è in caricamento