Politica

Monumento di Libeskind a rischio

Partiamo dalla norma scritta nello statuto del Comune di Como, articolo 18 intitolato "Sospensione dell'attività deliberativa": quando il referendum sia stato indetto, il Consiglio Comunale sospende l'attività deliberativa sul medesimo oggetto...

libeskind-111111

Partiamo dalla norma scritta nello statuto del Comune di Como, articolo 18 intitolato "Sospensione dell'attività deliberativa": quando il referendum sia stato indetto, il Consiglio Comunale sospende l'attività deliberativa sul medesimo oggetto salvo che, con deliberazione approvata con le medesime modalità previste per le modifiche statutarie, il Consiglio riconosca che sussistono ragioni di particolare necessità e urgenza". Tradotto in linguaggio non amministrativo: se il consigliere di Adesso Como, Alessandro Rapinese, raccoglierà le oltre 3.700 firme necessarie per indire il referendum l'amministrazione comunale potrebbe essere costretta a fermare l'iter ormai intrapreso per realizzare il monumento The Life Electric progettato dall'architetto Daniel Libeskind.

Infatti, il consiglio comunale dovrebbe essere chiamato nei prossimi mesi a votare provvedimenti che toccano anche il monumento di Libeskind che dovrebbe essere eretto sulla diga foranea. Basta pensare al bilancio consuntivo in arrivo tra poco in consiglio e nel quale comparirà una variazione per inserire la spesa di 100mila euro di IVA che il Comune dovrà affrontare nel breve termine per i lavori sulla diga foranea e la costruzione dell'opera. E ancora, il consiglio sarà anche chiamato ad approvare il piano delle opere.

Va da sé che il referendum e l'inizio dei lavori per il monumento non sono conciliabili. Del resto significherebbe per l'amministrazione comunale portare avanti due procedimenti contrapposti ma entrambi gravosi per le casse comunali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monumento di Libeskind a rischio

QuiComo è in caricamento