Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Rapinese s'inventa "la presa del Baradello" (e un fantomatico rito dell'ampolla). E' campagna elettorale

Primo ad annunciare la propria candidatura, primo a scattare con le iniziative elettorali. Alessandro Rapinese (lista Rapinese Sindaco) tenta la fuga verso le elezioni amministrative che vedranno Como al voto tra pochi mesi. Lo fa adesso che non...

Antenna fuori uso, vigili di Como senza radio: comunicano con i cellulari

Primo ad annunciare la propria candidatura, primo a scattare con le iniziative elettorali. Alessandro Rapinese (lista Rapinese Sindaco) tenta la fuga verso le elezioni amministrative che vedranno Como al voto tra pochi mesi. Lo fa adesso che non c'è un vero gruppo di concorrenti, a parte Mario Landriscina (candidato del centrodestra per Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d'Italia). Ancora nessun candidato, infatti, per il centrosinistra, Movimento 5 Stelle (la cui scelta è in programma per metà febbraio) ed eventuali altre liste civiche.

Rapinese si è, così, inventato la Presa del Baradello. Altro non è che una cena elettorale (organizzata anche per raccogliere fondi) ma ideata in modo da cercare di creare un senso di affiatamento e di appartenenza a una collettività (quella formata dei sostenitori della su lista civica). Dunque, martedì 17 gennaio alle ore 20.15 il gruppo di sostenitori (pare una cinquantina poiché questo è il numero di posti disponibili nel ristorante prescelto) si ritroverà all'acquedotto di via Castel Baradello per poi percorrere a piedi il tragitto che conduce alla torre del XII secolo dove si trova la baita in cui si svolgerà la cena. Ma non solo. Ispirato ironicamente al "marketing politico" di tipo leghista- del quale è un'evidente parodia - Rapinese si è inventato anche il "rito dell'ampolla" che verrà officiato da un candidato consigliere durante la serata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinese s'inventa "la presa del Baradello" (e un fantomatico rito dell'ampolla). E' campagna elettorale

QuiComo è in caricamento